Banner cavalli animali d'affazione

"ILLEGALE LA MAGGIOR PARTE DEL LEGNAME ESPORTATO DAL GHANA"

Mercoledì, 29 Maggio 2013

Lo rivela l'ultimo rapporto di Global Witness

Nuovi documenti sulla registrazione dei permessi in Ghana indicano che la maggior parte del legname esportato dal Paese è illegale, esponendo gli acquirenti al carcere nell'ambito di un nuovo regolamento dell'Unione europea, ha fatto sapere ieri il gruppo ambientalista Global Witness.
Nel mese di febbraio, la Commissione forestale ghanese ha dato all'associazione le liste delle autorizzazioni che riguardano più di 15.000 chilometri quadrati, circa il 15 per cento del territorio del Paese, si legge in un nuovo rapporto. I permessi per più di 12.000 chilometri quadrati non rispettavano il Timber Resources Management Act, approvato in Ghana nel 1998. 
"Le autorizzazioni nel Paese africano sono in disordine. Dei sei tipi di permessi rilasciati dalle autorità alle compagnie del legname, solo due rientrano tra quelli considerati legali dalle autorità locali" ha spiegato David Young, attivista di Global Witness. Per poi far sapere: "Fino a quando il governo non risolve questa questione interna, gli acquirenti europei dovrebbero considerare tutti i prodotti del legno ghanesi come estremamente rischiosi ed assicurarsi di fare controlli approfonditi lungo la catena di approvvigionamento".
Il regolamento sul legname Ue, entrato in vigore il 3 marzo, vieta l'importazione di legno illegale e assegna agli importatori la responsabilità di dimostrare che il materiale portato in Europa sia arrivato legalmente. Le sanzioni variano a seconda dei Paesi europei, ma potrebbero arrivare fino a due anni di carcere e ad una multa di 50.000 euro, secondo Global Witness.

Commenti (4)

  • anna anna

    anna anna

    29 Maggio 2013 at 09:47 |
    Eh rischiosi, si dal ghanese picconatore, al legname inquinato....potremmo non essere interessati a queste importazioni letali per il nostro Paese? Potremmo?
  • eduardo

    eduardo

    29 Maggio 2013 at 16:15 |
    Domanda: se le autorità ghanesi hanno rilasciato i permessi, ma come fanno le stesse autorità a dire che che solo 2 sono legali e gli altri 4 no?
    Fondamentalmente è solo questione di burocrazia (non è che hanno importato qualche burocrate italiano?). Se si tratta di specie arborre protette è altra cosa.
    Non si tratta di legname inquinato, l'inquinamento del legname avviene solo durante il trattamento, che in genere si fa in europa.
    Ciò perchè più conveniente economicamente per i produttori importare il tronco e lavorarlo in europa, non credo nella coscienza dei produttori ma nel loro ritorno economico si
  • Davide

    Davide

    29 Maggio 2013 at 16:32 |
    Bella scoperta del cazzo !!! in africa con 200 euro compri un bambino !!!!
    Anche qui puoi comprare i bambini : solo che pochi se lo possono permettere !!
    FIGURIAMOCI IL LEGNAME !!!!
  • Mary

    Mary

    29 Maggio 2013 at 23:14 |
    Gli europei si stanno comprando il suolo africano con pochi euro.
    Le conseguenze? Distruzione dell'habitat equivale alla deforestazione e gli animali senza la loro terra.
    Basta con i mobili, barche, ecc.
    Gli alberi sono esseri viventi come gli animali e nessuno ha diritto di distruggere questi ambienti. NESSUNO!

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.


.
LogoNelCuore