Banner cavalli animali d'affazione

LA SCIENZA CONFERMA: I CANI PROVANO SENTIMENTI COME I BIMBI

Giovedì, 10 Ottobre 2013

"Sono in grado di sperimentare emozioni"

LA SCIENZA CONFERMA: I CANI PROVANO SENTIMENTI COME I BIMBI
Gregory Berns, neuro-scienziato della Emory University negli Stati Uniti, è certo del fatto che i cani hanno una capacità di sperimentare emozioni come gli esseri umani. Probabilmente come i bambini. La conferma alle sue teorie - scrive lo stesso studioso sul "New York Times" - arriva dai risultati di una serie di esperimenti condotti su decine di cagnolini per due anni. Gli amici a quattro zampe sono stati sottoposti ad esami di risonanza magnetica cerebrale mentre venivano inviati segnali diversi.
Per scoprire i "sentimenti" degli animali, spiega Berns, non si è fatto affidamento sui loro comportamenti, ma sull'attivazione di zone della materia grigia. Dopodiché i dati sono stati comparati con quanto avviene nelle persone. Cosa è stato accertato? Qualcosa di molto interessante: i cani, di fronte a determinati gesti delle mani - che rappresentavano qualcosa di piacevole in arrivo per l'animale, come il ritorno a casa del proprietario - hanno "attivato" la zona cerebrale chiamata "nucleo caudato". Questa area è la stessa che si "illumina" nell'uomo in associazione a sentimenti di piacere e gioia prima di determinati eventi.
"La neuroscienza chiama questa similarità tra cani e persone una 'omologia funzionale'. In questo caso - ha concluso Berns- può ben essere l'indicazione delle emozioni canine". Simili a quelle dei bambini.

Commenti (43)

  • Daniela

    Daniela

    11 Ottobre 2013 at 11:26 |
    l ho sempre saputo!!!!
  • Mario

    Mario

    11 Ottobre 2013 at 11:47 |
    E i gatti?
  • tiziana

    tiziana

    11 Ottobre 2013 at 12:11 |
    Sono psicologa ed ho due cani e due gatti in casa. Da anni, per la loro educazione e nella vita quotidiana, applico le teorie di base della psicologia infantile, perché ho riscontrato empiricamente che funzionano benissimo! La scoperta del dott. Berns mi riempie di gioia e di soddisfazione, spero che porti ad una sempre maggiore comprensione dei nostri amici pelosetti.
  • mauro

    mauro

    11 Ottobre 2013 at 12:33 |
    ...ma scusate....
    Trattasi per caso di "sperimentazione animale"????????
    Perché secondo me lo è!!!
    Nessuno che abbia ribadito che è contrario?!?!?!?
    • Sabrina

      Sabrina

      11 Ottobre 2013 at 14:02 |
      Penso sia un'osservazione del comportamento, non sperimentazione. Si fa anche sui bambini. Mai sentito parlare di Strange Situation?
    • fabrizia

      fabrizia

      11 Ottobre 2013 at 15:29 |
      Be', sì ...
      ...di certo è "sperimentazione animale" nel senso che sono esperimentì scientifici sufli animali: hanno usato la risonanza magnetica quindi non si tratta di "valutare soggettivamente" un comportamento, ma di misurare sperimentalmente l'attivazione di zone del cervello.
      Però attenzione: non è saggio essere semplicemente essere contrari alla sperimentazione animale intesa come tabù, in questo caso agli animali non è stato fatto nessun male ed infatti il risultato mostra che erano in grado di attivare le zone cerebrali del piacere alla vista di stimoli appropriati (cosa che in situazione di stress difficilmente sarebbe stata possibile). In cambio immagina quanto è importante che venga ribadito che gli animali hanno sentimenti, supportandolo anche con prove scientifiche. Chi di noi li ama lo sa già, gli altri potrebbero forse arrendersi alla scienza.
      • Maria Carmela

        Maria Carmela

        11 Ottobre 2013 at 19:24 |
        Concordo appieno con te Fabrizia, e cmq. io sono tra quelli che lo sapevano già e sono sicura che ciò e lo stesso per tutti gli animali, infatti non smetto mai di dire che uccidere o maltrattare gli animali è come maltrattare i bambini.
      • anna chiara

        anna chiara

        12 Ottobre 2013 at 15:49 |
        io sono contraria alla vivisezione e a quelli che la spacciano per sperimentazione animale, proprio per creare questo tipo di equivoci e ingannare gli sprovveduti
        • franca

          franca

          21 Gennaio 2014 at 15:00 |
          scusa Fabrizia, ma avevamo bisogno della conferma della 'scienza' per essere certi che gli animali hanno sentimenti...? (Ogni proprietario di animali lo sa, e non solo) Cerchiamo di non alimentare (anche con le banalità più ovvie) l'idea dell'utilità di chi fa ricerca sugli animali...! Questo davvero 'non è saggio'...! Per favore non equivochiamo... il 'tabù' non c'entra... o sei antivivisezionista o non lo sei. Punto
      • franca

        franca

        21 Gennaio 2014 at 14:54 |
        Scusa Fabrizia, ma avevamo bisogno della conferma della 'scienza' per essere certi che gli animali hanno sentimenti...? (Ogni proprietario di animali lo sa, e non solo) Cerchiamo di non alimentare (anche con le banalità più ovvie) l'idea dell'utilità di chi fa ricerca sugli animali...! Questo davvero 'non è saggio' ...! Per favore non equivochiamo! Il 'tabù' non c'entra... o sei antivivisezionista o non lo sei. Punto.
    • Matelda

      Matelda

      07 Febbraio 2014 at 21:58 |
      Ma hanno semplicemente fatto una risonanza magnetica! Dal punto di vista etico l'esperimento e' assolutamente corretto.
      In secondo luogo l'esperimento ha come soggetto il cane e le sue reazioni emotive: cosa di diverso avrebbero potuto fare , quale soggetto diverso?
  • paola

    paola

    11 Ottobre 2013 at 13:09 |
    è l'essere umano che è convinto di essere diverso da qualunque altro animale (forse solo per "giustificare" barbarie e crudeltà"). Ma perchè non cerchiamo di dimostrare che siamo diversi noi? i giornali e questa newseletter ci dimostrano che le diversità sono solo in peggio e non riguardano la sfera emozionale ma comportamentale!
  • Maurizio

    Maurizio

    11 Ottobre 2013 at 13:15 |
    Adesso abbiamo la conferma che la sperimentazione animale non serve a un cazzo, semmai c'era bisogno di capire, sofferenze su poveri cani per scoprire...che i cani provano emozioni come gli esseri umani? Chiunque abbia a che fare con i cani, è la prima cosa che capisce di loro.
  • Isa

    Isa

    11 Ottobre 2013 at 13:37 |
    Bene, fantastico!
    Ricerche scientifiche accuratisssssssime per mettere nero su bianco ciò che sappiamo da secoli. Ce lo dimostrano i nostri cani ogni minuto di ogni giorno, e le metodiche educative e/o riabilitative e/o addestrative che noi istruttori cinofili applichiamo (non tutti purtroppo) con approccio cognitivo si basano su questo principio da anni!
    Ed il 10 ottobre 2013 arrivano gli scienziati... mah.
  • anna vescovi

    anna vescovi

    11 Ottobre 2013 at 13:58 |
    Ci voleva la SCIENZA per capirlo? sono psicologo anch'io e non ho mai usato tecniche con i miei cani. Li ho solo amati e sono stata amata incondizionatamente. Sapere quale area del cervello si attiva quando sono felici o hanno paura per me è del tutto inutile. Vi ricordate Argo e Ulisse? Le neuroscienze erano lontane...
  • margherita

    margherita

    11 Ottobre 2013 at 14:13 |
    SCOPERTA DELL'ACQUA CALDA, SONO CONVINTA.
    PERO' IL FATTO è CHE OGGI , QUELLO CHE NOI AMANTI DEGLI ANIMALI SAPPIAMO DA SEMPRE NEI NOSTRI CUORI, LA SCIENZA LO PUò AFFERMARE COME RAZIONALMENTE DIMOSTRABILE.
    COSì QUELLI CHE AFFERMANO IL CONTRARIO E CREDONO CHE LE FESTE DEL CANE SIANO SOLO DI RIFLESSO ALLA POSSIBILITA' RICEVERE IL CIBO CHE IL 'PADRONE' DARA' LORO OGNI GIORNO, RESTANO FINALMENTE E DEFINITIVAMENTE 'SPIAZZATI'. ERA ORA.
    P.S. A mAURO: MA SECONDO TE LA SPERIMENTAZIONE DI FARMACI, OPERAZIONI CHIRURGICHE, E VARIE ED EVENTUALI, LA SI PUò ANCHE LONTANAMENTE PARAGONARE A STUDI SCIENTIFICI SUL FUNZIONAMENTO DI ZONE DEL CERVELLOESEGUITA CON ELETTRODI COLLEGATI A MACCHINARI: LA FANNO ANCHE SU DI NOI 'STA ROBA, E MICA GRIDA ALLO SCANDALO NESSUNO! MICA TE LO TRAPANANO IL CERVELLO OGGI PER SAPERE COME FUNZIONA! E NEL CASO SPECIFICO, SERVE AD UN FINE BENEFICO PER GLI STESSI CANI....
  • SuperBuc

    SuperBuc

    11 Ottobre 2013 at 14:20 |
    E' davvero incredibile non solo che esistano tanti ignoranti, ma anche tutta questa gente che non riesce nemmeno a leggere tre righe in un breve articolo.

    L'esperimento non prevedeva di aprire in due un cane, nemmeno di vivisezionarlo, ma di tenerlo seduto in una macchina da risonanza magnetica, con un biscotto davanti (che dopo gli sarebbe stato dato) per pochi secondi.
    Fra l'altro insieme al suo padrone.

    Se questa specie di gioco vi continua a disturbare, controllate chi ha testato i vostri trucchi, le vostre medicine, o chi ha "lasciato la pelle" per le scarpe che avete addosso.
    Sono davvero in pochi quelli che possono "sputare sentenze", in questo mondo.

    La scienza è utile per parlare e discutere dei nostri amici a 4 zampe, per conoscerli meglio; avere la conferma scientifica che provano sentimenti è molto più che dirlo perchè ne avete uno in casa. Del vostro parere, spiace ammetterlo, non frega niente a nessuno.
    Di quello di una ricerca scientifica, invece, a tutti (o quasi).

    Infine inviterei quelli che scrivono ventidue punti esclamativi e interrogativi in una frase, nell'osservare che non sono più in prima elementare. Almeno credo.
  • sonia

    sonia

    11 Ottobre 2013 at 14:23 |
    non solo i cani. tutti gli animali, compresi mucche, maiali e galline che molta gente ancora mangia pensando che siano diversi da cani e gatti.
    • Marilena

      Marilena

      11 Ottobre 2013 at 22:26 |
      sono assolutamente d'accordo con il pensiero di Sonia! diventare vegani e avere la coscienza leggera quando si mangia....e poter guardare negli occhi qualunque animale senza rimorso per averne causato la morte!
  • gio

    gio

    11 Ottobre 2013 at 14:36 |
    e' naturale che gli animali provino dei sentimenti, vuoi di amore e di particolare devozione verso alcuni componenti della famiglia, ma anche particolare simpatia verso alcuni amici della famiglia o anche una certa avversita'.CAPISCONO ANCHE SE QUALCUNO NON LI AMA E NON ACCETTA IL CONTATTO FISICO, SONO VERAMENTE ECCEZIONALI!!!! MA VISTO CHE STO TRA ESPERTI QUALCUNO MI PUO' SUGGERIRE COME TRANQUILLIZZARLO QUANDO E' IMPAURITO DAI TEMPORALI, NON RIESCO IN ALCUN MODO NE' PTRENDENDOLO IN BRACCIO, NE ACCAREZZANDOLO, NE' IGNORANDOLO, DIVENTA UN VERO TORMENTO SOPRATTUTTO DI NOTTE E QUANDO IL MALTEMPO PERVERSA X MOLTI GIORNI DI SEGUITO. VI RINGRAZIO SE SAPRETE AIUTARMI.
    • SuperBuc

      SuperBuc

      11 Ottobre 2013 at 15:03 |
      Nel tuo caso il metodo migliore è il positively di Victoria Stilwell.
      Non è una cosa veloce, ma molto efficace, ti assicuro.
      Non posso e non voglio darti un link qui, ma se tu vai sul sito americano di Victoria Stilwell Positively, poi cerchi quelli autorizzati in Italia (c'è una pagine "find trainer" o qualcosa di simile) trovi tre addestratori autorizzati che ti possono certamente aiutare, a seconda di dove abiti in Italia.

      Però non è il luogo più adatto dove informarsi, questo!
      In bocca al lupo
  • Monica 212

    Monica 212

    11 Ottobre 2013 at 14:36 |
    belle scoperta, bastava chiedere a chi un cane ce l'ha, anzichè sottoporli a risonanza magnetica..
  • Milvia Angela Codazzi

    Milvia Angela Codazzi

    11 Ottobre 2013 at 14:48 |
    Io non ho il can purtroppo ma questa cosa la sapevop dsa tempo fdato che faccio la volontaria nei canili.
  • Andrea D

    Andrea D

    11 Ottobre 2013 at 15:14 |
    Serviva la scienza per scoprirlo?
    • Maria Carmela

      Maria Carmela

      11 Ottobre 2013 at 19:33 |
      Si, purttroppo serviva proprio la scenza per capirlo, o meglio per farlo capire ai milioni di persone che ancora si indignano se paragoni gli animali ai bambini, e poi basta guardarsi intorno per capire che c'è bisogno ancora di tante prove di questo genere per poter arrivare forse finalmente a rispettare e estendere la sacralità del corpo anche per gli animali e non solo per le persone.
  • eduardo

    eduardo

    11 Ottobre 2013 at 16:38 |
    Non mi stupisce, lo sapevo e lo sperimento ogni sera quando torno a casa, con la "vecchietta" facciamo un gioco: prima si accorge, abbaiando, che arrivo, e più sono le coccole che rimedia.
    In effetti sono io che devo fare le coccole per scusarmi che sono andato lavorare. E come le aspetta queste coccole.
  • Maurizio

    Maurizio

    11 Ottobre 2013 at 16:47 |
    Evviva i metodi alternativi al posto degli esperimenti sugli animali, ci sono quindi usiamoli per testare tutto quello che ci serve, medicinali e cure compresi. Sarei contento anche che non ci fosse bisogno di sperperare denaro in esperimenti, seppur forse incruenti, per "scoprire"...l'ovvio, ma certi "cervellotici" patiti della scienza pare non riescano a sviluppare una qualità che a chi ama gli animali, non manca, l'empatia.
  • anna

    anna

    11 Ottobre 2013 at 22:21 |
    Certo ci volevano gli scienziati.
    Chissà quanto impiegheranno a scoprire che anche gli altri animali provano le stesse emozioni.
    Se almeno avessero fatto questo esperimento su una mucca, forse qualcuno si sarebbe ravveduto e avrebbe smesso di mangiare carne.
    • Anna

      Anna

      21 Gennaio 2014 at 20:06 |
      Bravissima, sono daccordo con te.
  • Marilena

    Marilena

    11 Ottobre 2013 at 22:30 |
    Anna concordo ! chissà che la gente cominci a pensare a "chi" sta mangiando!
  • Anna Maria Moscarelli

    Anna Maria Moscarelli

    11 Ottobre 2013 at 23:20 |
    e dovevano dircelo i sapientoni?
  • patrizia

    patrizia

    12 Ottobre 2013 at 09:47 |
    Tutti gli animali provano sentimenti e non è una prerogativa dell'uomo.
  • gius

    gius

    12 Ottobre 2013 at 15:15 |
    la cosa triste è che ci sono realmente persone che hanno bisogno di certi articoli per scoprire anche le cose più evidenti
  • Nadia

    Nadia

    12 Ottobre 2013 at 16:12 |
    Perchè ancora c'è gente che non lo sapeva? Ci voleva la prova scientifica,che non penso sia stata fatta come sperimentazione crudele,per capire che i mammiferi sono nostri fratelli?
  • Ross

    Ross

    12 Ottobre 2013 at 16:46 |
    Gli animali provano sentimenti molto più ALTI degli umani...
  • emma

    emma

    12 Ottobre 2013 at 16:56 |
    Dato che non sono di pietra (ed anche quelle hanno una loro vita) è logico che provino gioia o dolore o sconforto o paura, tutto ciò che è sul pianeta ha vita: Ma questa scoperta è utile agli animali? Può entrare nei protocolli? o è fine a sè stessa? Altrimenti che razza di scoperte sono?
  • thea

    thea

    12 Ottobre 2013 at 17:09 |
    soldi sprecati in ricerche inutili che, spero, non abbiano costretto gli animali a subire pratiche coercitive o simili. basta vivere con i cani x capire che hanno dei sentimenti. di un bimbo 2 3 o 4 anni? e chi se ne frega, e poi varia per loro come per noi
  • Maya

    Maya

    12 Ottobre 2013 at 17:24 |
    Mi fa un po' sorridere questa "scoperta".
    Chissà quanti soldi e tempo spesi quando sarebbe bastato guardare l'animale negli occhi per un secondo per essere matematicamente certi di questa cosa.
  • Roberta

    Roberta

    12 Ottobre 2013 at 23:11 |
    Quelli che non amano queste meravigliose vite NON possono capire...................poveri ignoranti............................. ci voleva la scienza per dirglielooooooooooooooooo. IMBECILLIIIIIIIIIIII
  • Patrizia

    Patrizia

    13 Ottobre 2013 at 20:36 |
    ci volevano "scenziati e luminari" per arrivare a dire che hanno sentimenti? li hanno pure sottoposti a risonanza, chissa' che paura avranno avuto.....
  • Tiziana

    Tiziana

    15 Ottobre 2013 at 16:34 |
    Sempre saputo, anzi mi sembra scontato, direi: "bella scoperta ;)"
    Basta osservare il proprio cane per capire che emozioni e sentimenti fanno parte di lui come di noi "umani". Purtroppo però non sempre siamo capaci di capire, ma a pensarci bene non sempre capiamo nemmeno i nostri figli ;(
  • vicky paci

    vicky paci

    24 Ottobre 2013 at 14:03 |
    Non solo i cani anche i gatti e ne ho le prove
  • Anna

    Anna

    21 Gennaio 2014 at 20:08 |
    Infatti ed è questo che mi far stare malissimo. Mi rende felice questo sito. La pensate tutti come me.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.


.
LogoNelCuore