La crudele scuola delle scimmie

La crudele scuola delle scimmie

78
CONDIVIDI

Gli atti di crudeltà perpetrati dagli esseri umani ai danni degli animali sembrano non avere mai fine. In tempi recentissimi, un’indagine realizzata dall’associazione Animal Defenders International ha rivelato l’esistenza di una ripugnante Monkey School, ovvero una “scuola delle scimmie” situata in Corea del Sud, Paese già tristemente noto per il consumo alimentare di carni di cane e di gatto cucinate in maniere abominevoli, che non sto a descrivere, e talmente raccapriccianti da suscitare in me, come credo in ogni persona con un minimo di sensibilità, uno stato di profonda angoscia.
In questa famigerata “scuola” le innocenti creature, mamme e cuccioli compresi, non soltanto vengono tenute in condizioni penose ma vengono addestrate, con metodi sadici, a compiere una serie di esercizi contrari alla loro natura per divertire i turisti o per esibirsi in spettacoli di cosiddetto intrattenimento e nei luoghi più disparati. Inutile aggiungere che gli animali così maltrattati vivono in uno stato di perenne stress che li induce a gesti di autolesionismo. Ma anche in questo girone infernale si sta aprendo uno spiraglio di luce. Hanna Chang, membro del congresso ha infatti presentato lo Zoo Act, ovvero una proposta di legge che stabilisce in termini precisi gli standard di benessere per gli animali e che al tempo stesso proibisce performance di stile circense come quelle che vengono insegnate alla Monkey Scholl. Non resta che augurarsi che lo Zoo Act venga approvato dal Governo di quella nazione. Anche dall’Italia si può cercare di sostenere la proposta di Hanna Chang firmando la petizione internazionale al seguente link:
http://www.thepetitionsite.com/661/376/822/shut-down-south-koreas-monkey-school/?taf_id=11970615&cid=fb_na#

Commenti

commenti