VENEZIA, DELFINO SPIAGGIATO IN SALVO GRAZIE AD UN SUB EROE

VENEZIA, DELFINO SPIAGGIATO IN SALVO GRAZIE AD UN SUB EROE

61
CONDIVIDI
delfino.jpg

Il cucciolone incastrato in una secca

Un cucciolone di delfino è rimasto incastrato ieri in una secca della laguna di Venezia, però un sommozzatore della Guardia di finanza è riuscito a salvarlo spingendolo verso il mare aperto.
Contattati da qualche passante preoccupato, i finanzieri sub in barca hanno trovato un esemplare di taglia media che era rimasto bloccato di fronte al porto peschereccio dell’isola lagunare di Pellestrina.
Allarmati dalla situazione che sembrava critica, gli agenti hanno chiesto anche l’aiuto della Capitaneria di porto. Insieme, le due squadre in barca hanno tentato a lungo di spingere l’animale lungo la “strada” che l’avrebbe condotto verso il mare aperto, attraverso la bocca di porto di Chioggia.
Ma non sembrava che il cucciolone, pare un tursiope, riuscisse a spingere abbastanza forte con le pinne per liberarsi dalla secca. Il corpo del delfino sporgeva notevolmente dalla stessa secca, su cui potrebbe essere finito in un momento di distrazione: era forse diventato autosufficiente dalle cure della mamma solo da pochi giorni.
Questa storia ha, però, un lieto fine grazie ad un sub-eroe della Finanza esperto di contatti con creature marine, che è riuscito a indicargli la strada. L’agente ha letteralmente dato una spinta al cucciolo, che è riuscito così a ritrovare la libertà, sotto lo sguardo risollevato dei tanti passanti che si erano fermati sulla riva preoccupati.

Commenti

commenti