USA, GENERAL MILLS RINUNCIA ALLE UOVA DA GALLINE IN BATTERIA

USA, GENERAL MILLS RINUNCIA ALLE UOVA DA GALLINE IN BATTERIA

74
CONDIVIDI
uovabatteria.jpg

La conversione completa avverrà entro il 2025

General Mills ha stabilito nel 2025 il termine alla conversione all’uso esclusivo di uova da galline libere. La multinazionale con base in Minnesota, i cui marchi includono Betty Crocker, Pillsbury, Progresso soups and Yoplait yogurt, ha già annunciato i suoi piani per dire addio alle gabbie a luglio. Ma lo scorso martedì ha aggiornato la sua politica stabilendo una scadenza di dieci anni. Per Josh Balk, portavoce della Humane Society degli Stati Uniti, la scelta di General Mills è un ulteriore segno della volontà delle maggiori multinazionali dell’alimentazione di opporsi all’idea che gli animali da cibo debbano essere tenuti in gabbia. McDonald’s, che compra la bellezza di due miliardi di uova l’anno, a settembre ha stabilito di comprare solo uova da galline libere entro dieci anni. La stessa decisione è stata presa da Burger King e Starbucks.

Commenti

commenti