BRISTOL UNIVERSITY: "INQUINAMENTO PORTA CAMBIAMENTI CLIMATICI SENZA PRECEDENTI"

BRISTOL UNIVERSITY: "INQUINAMENTO PORTA CAMBIAMENTI CLIMATICI SENZA PRECEDENTI"

76
CONDIVIDI
smog.jpg

I ricercatori del Cabot Institute dell’Università di Bristol hanno pubblicato una ricerca che documenta in modo chiaro il cambiamento climatico senza precedenti che si sta verificando oggi, rispetto a quelli accaduti nel passato della Terra a causa di eventi naturali. La ricerca, pubblicata online il 4 gennaio su Nature Geosciences, ricostruisce i cambiamenti dei livelli di diossido di carbonio (pCO2) nell’atmosfera nel corso del grande cambiamento climatico verificatosi 120 milioni di anni fa. Nuovi dati geochimici dimostrano un aspetto molto preoccupante. “In passato – dice il capo ricercatore David Naafs – è stato suggerito che l’evento passato potesse essere analogo a quanto sta accadendo oggi a causa dell’attività umana e che il rapido aumento di pCO2 abbia causato l’acidificazione degli oceani. Il nostro lavoro conferma un grande aumento di pCO2 ma sottolinea tuttavia come questo mutamento sia stato molto più lento di quello odierno: ci ha messo centinaia di migliaia di anni invece che i pochi secoli in cui l’attività umana ha aumentato i livelli di diossido di carbonio”. Dello stesso parere la coautrice Daniela Schmidt: “L’attuale tenore dei cambiamento non ha precedenti nella storia della Terra: ciò comporta grosse implicazioni quando pensiamo ai presenti e futuri cambiamenti climatici”. E Rich Pancost, direttore del Cabot Institute, ha aggiunto: “Il fatto di non trovare corrispettivi adeguati nel passato rende molto difficile prevedere le conseguenze che i cambiamenti climatici attuali porteranno sugli ecosistemi marini, da cui dipende la vita di molti di noi. Ridurre le emissioni di CO2, come di recente stabilito a Parigi, diventa da questo punto di vista necessario per prevenire i rischi peggiori”.

Commenti

commenti