AFRICA, EMERGENZA ELEFANTI: 30MILA UCCISI OGNI ANNO PER L’AVORIO

AFRICA, EMERGENZA ELEFANTI: 30MILA UCCISI OGNI ANNO PER L’AVORIO

66
CONDIVIDI
elefantesabrinazoodinapoli.jpg

Oggi riunione d’urgenza del comitato Onu per la difesa

Settanta elefanti uccisi ogni giorno solo per le loro zanne e 20 rinoceronti a settimana che fanno la stessa fine. Sono questi i risultati del drammatico fenomeno del bracconaggio che non accenna a dar tregua a splendide creature che si avvicinano sempre più all’estinzione e che, ogni anno, vale ben 23 miliardi di dollari. Per contrastarlo oggi si è tornato a riunire a Ginevra il Comitato permanente della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites), un organismo del programma Onu per l’ambiente cui aderiscono ben 181 Paesi del mondo. Il punto più caldo è la difesa degli elefanti che in un secolo hanno visto ridursi la popolazione ai 470mila esemplari di oggi contro una popolazione che nel 1900 era stimata in 3-5 milioni. In tutto vengono uccisi ogni anno ben 30mila elefanti africani a causa del loro avorio che può valere fino a 3mila dollari al chilo. «Alcuni Paesi, tra cui la Tailandia, hanno fatto progressi significativi, ma sono troppi quelli che hanno fatto poco o non abbastanza», come Nigeria, Angola e Laos, ha spiegato Carlos Drews, a capo della delegazione del Wwf. Molto male anche la Tanzania, dove in 5 anni è stata sterminata il 60% della popolazione di elefanti.

Commenti

commenti