LIVORNO, IL CIRCO MEDRANO ROMPE L'ACCORDO E FA ESIBIRE GLI ANIMALI

LIVORNO, IL CIRCO MEDRANO ROMPE L'ACCORDO E FA ESIBIRE GLI ANIMALI

127
CONDIVIDI
circo.jpg

Il Comune lo aveva espressamente vietato

Il Comune di Livorno l’aveva espressamente vietato ma alla fine il circo Medrano ha fatto lo stesso esibire gli animali esotici. A riprendere le giraffe e il canguro e a denunciarne la presenza sono stati i movimenti animalisti, presenti con un presidio e anche all’interno come spettatori-sentinelle, agli show di domenica 17 gennaio a Porta a Terra. Tutto è cominciato – riporta Il Tirreno – quando giovedì scorso è stato sospeso il debutto del circo. Nel piazzale livornese dell’ex concessionaria Baroncini le auto delle forze dell’ordine sono rimaste schierate per varie ore di fronte al circo insieme a una trentina di animalisti, con tanto di cartelli appesi al collo e megafoni riparati sotto gli ombrelli. Alle poche persone che si sono recate agli ingressi per acquistare un biglietto le impiegate del circo hanno risposto “spiacenti, l’esibizione è cancellata”. “Non c’è odio verso il Medrano – hanno spiegato gli animalisti – ma si trova qui illegalmente. Noi siamo qui per protestare contro chi sfrutta e maltratta gli animali”. Il circo, cui il Comune ha negato l’area pubblica di Porta a Terra per mancanza di autorizzazioni, si è sistemato in via Firenze, ma così facendo ha commesso un’altra infrazione. Per legge, infatti, un circo equestre non può esibirsi in un terreno privato. Il circo ha ribadito di essere nella legge e di voler cercare un accordo con l’amministrazione. Alla fine l’accordo è stato raggiunto: ok al circo ma senza animali esotici. Un accordo che, ieri, il circo non si è fatto problemi a infrangere.

Commenti

commenti