CINA, 32 PERSONE ACCUSATE DI TRAFFICO DI SPECIE PROTETTE

CINA, 32 PERSONE ACCUSATE DI TRAFFICO DI SPECIE PROTETTE

70
CONDIVIDI
pangolino.jpg

Smerciati pangolini, orsi e salamandre

Nella provincia di Zhejiang a est della Cina 32 persone sono state accusate di traffico illegale e vendita di specie protette. Sono accusati di crimini che includono il traffico illegale di fauna selvatica inclusi i pangolini, artigli di orso, salamandre dicono gli accusatori della contea di Yongjia. Diciassette di loro sono proprietari di ristoranti e club di alto livello di Wenzhou, una delle città più ricche della Cina. Costoro hanno acquistato parti di animali e vendute come cibo. Gran parte delle parti di animali sono state smerciate lungo il confine vietnamita come mostra il documento. I pangolini sono sotto protezione in Cina e sono spesso smerciati a causa del fatto che la loro carne è considerata una prelibatezza e le loro squame sono considerate benefiche per la cura della pelle e di altre malattie. In base alla legge criminale cinese chi cattura, uccide o compra illegalmente animali selvatici rischia pesanti multe e dieci anni di galera.

Commenti

commenti