BRENO (BS), UCCISERO UN CANE. IL COMUNE RIASSEGNA LORO LA MALGA

BRENO (BS), UCCISERO UN CANE. IL COMUNE RIASSEGNA LORO LA MALGA

62
CONDIVIDI
malgawiki.jpg

Il sindaco aveva promesso di togliergliela per sempre

Due anni fa uccisero un cane a bastonate ma, a distanza di appena un anno il Comune ha riaffidato loro la malga di proprietà comunale. La storia incredibile arriva da Breno (Brescia) dove nel luglio 2014 un escursionista filmò i due gestori della malga, Giacomo Romelli e il figlio Domenico mentre uccidevano un meticcio a bastonate e lo finivano con una pietra. Un atto di pura crudeltà per cui i due, a inizio 2015, sono andati a processo per cui non è ancora stata fissata la prima udienza. Il sindaco – riferisce Il Giorno – aveva promesso la revoca in tempi record della malga comunale e la chiusura di tutti i rapporti con la famiglia Romelli, promessa che non si è però avverata. Anzi la malga è stata in questi giorni riassegnata ufficialmente. Nonostante la crudeltà dimostrata i due riavranno così un benefit comunale. Non resta che sperare che la giustizia faccia il suo corso in tempi brevi.

Commenti

commenti