FRANCIA, NUOVO VIDEO DELL'ORRORE GIRATO IN UN MATTATOIO BIO

FRANCIA, NUOVO VIDEO DELL'ORRORE GIRATO IN UN MATTATOIO BIO

97
CONDIVIDI
macellofrancia.png

Il ministro della Salute: “Ispezioni nei macelli”

Un ennesimo video girato con la telecamera nascosta e diffuso all’associazione L213 testimonia i maltrattamenti agli animali nel mattatoio di Maule’on-Licharre, nel Paese basco francese, dopo gli altri casi dei mesi scorsi a Vigan e Ale’s. Nel video si vedono dibattersi agnelli sanguinanti ed altre bestie ancora vive a cui vengono tagliate la testa o le zampe. L’associazione chiede di fermare le violenze appellandosi a un articolo del codice rurale che riconosce gli animali come “esseri sensibili”. Il quotidiano Le Monde dedica oggi un ampio reportage ai nuovi maltrattamenti nel mattatoio di Maule’on-Licharre e titola in prima pagina ‘Scandalo al mattatoio: l’industria della crudelta’ agli animali’. Secondo Le Monde, le carni del mattatoio al centro della protesta sono certificate bio. Tra i clienti ci sarebbe anche Alain Ducasse, uno degli chef piu’ popolari di Francia. Il ministro francese della Salute, Stephane Le Foll, ha ordinato ai prefetti di procedere entro un mese ad “ispezioni specifiche sulla protezione animale nell’insieme dei mattatoi” di Francia. L’iniziativa del ministro arriva dopo che l’associazione L214 ha diffuso un video in cui vengono mostrati gravi maltrattamenti sugli animali nel mattatoio di Maule’on. Qui sotto si può visionare il video di L214, con l’avvertenza che si tratta di immagini davvero forti. 

Commenti

commenti