ENNA, PORTA DEL SINDACO A FUOCO. CANE EVITA LA TRAGEDIA

ENNA, PORTA DEL SINDACO A FUOCO. CANE EVITA LA TRAGEDIA

70
CONDIVIDI
canemozartgiusto.png

Ha abbaiato fino a dare l’allarme ai vicini

Un attentato intimidatorio e’ stato messo a segno contro il sindaco di Pietraperzia (Enna) Antonio Bevilacqua del M5s. Nella notte e’ stato appiccato il fuoco all’ingresso principale e alla porta di servizio dell’abitazione, dove il sindaco vive con la famiglia. A dare l’allarme, quando la casa era gia’ invasa dal fumo, i vicini svegliati dall’abbaiare del cane del sindaco. Qualche mese fa ignoti hanno sparato anche contro l’auto del maresciallo dei carabinieri del paese. “C’e’ un assoluto bisogno che la gente prenda le distanze dalla criminalita’ e dal malaffare. Fino a quando una parte della citta’ – ha dichiarato Bevilacqua – non porra’ fine a connivenze e collusioni che ci sono e che sono evidenti in due fatti tanto gravi, non ci sara’ legalita'”. “A Pietraperzia – ha aggiunto il sindaco – ci sono tanti cittadini che vogliono legalita’ e trasparenza, ma la restante parte mantiene legami e interessi con criminalita’ e mafia. E’ evidente che c’e’ chi, in questo territorio, pensa di intimidire un maresciallo dei carabinieri ed un sindaco quindi e’ altrettanto evidente la necessita’ di un’azione forte e concreta da parte delle autorita’ competenti, per ripristinare la legalita'”. Sull’atto intimidatorio sono in corso indagini dei carabinieri.

Commenti

commenti