TAIWAN, LA FORESTALE E LA POLIZIA INDAGANO SULLA MORTE DI 6 MACACHI

TAIWAN, LA FORESTALE E LA POLIZIA INDAGANO SULLA MORTE DI 6 MACACHI

112
CONDIVIDI
macacobarberia.jpg

Cadaveri trovati in pessimo stato, forse avvelenati

La Forestale e la polizia di Taiwan stanno indagando sul presunto avvelenamento di sei macachi indigeni protetti, tra cui due femmine in stato di gravidanza. Per la precisione una femmina adulta è stata trovata morta il 20 marzo in una zona montagnosa nella contea di Changhua da un team di ricercatori che stavano conducendo un’indagine sulle specie animali protette. Alti livelli di antiparassitari sono stati trovati nello stomaco del macaco, secondo i test dell’Università della Scienza e della Tecnologia di Pingtung. Il 15 aprile e il 16, come riporta un funzionario di Nantou, altri cinque macachi morti sono stati scoperti nella stessa zona. Due erano in stato di gravidanza. Un altro aveva ferite visibili, ma l’autopsia ha rivelato che aveva subito un’emorragia sottocutanea in molte parti del suo corpo: lesioni che hanno portato veterinari di supporre che il macaco era stato avvelenato. I ricercatori hanno rimosso numerosi sacchetti di plastica, ripieni di frutta, che erano stati attaccati sugli alberi della zona. “In generale, nessuno si prende la briga di appendere cibo sugli alberi per questi animali”, ha detto il funzionario. Ci sono circa 200 macachi che vivono nella zona montagnosa e di solito interagiscono bene con i visitatori, ha detto un altro funzionario. “E’ la prima volta che si riporta un incidente come questo.” I macachi sono protetti in Taiwan. Il governo locale e la polizia stanno indagando l’incidente e hanno aumentato le pattuglie per prevenire il bracconaggio e la macellazione.

Commenti

commenti