BENEVENTO, SALVATA CUCCIOLA DI LUPO GETTATA FRA I RIFIUTI

BENEVENTO, SALVATA CUCCIOLA DI LUPO GETTATA FRA I RIFIUTI

65
CONDIVIDI

Consegnata a un rifugio Lndc per essere curata

Sarebbe rimasta sicuramente soffocata se un passante, scorgendo un movimento nella sacca, non l’avesse aperta. È stata salvata così una lupetta che è stata consegnata ai volontari della sezione locale della Lndc che l’hanno subito messa al sicuro. Era stata infatti chiusa in un borsone di indumenti sportivi e gettata fra i cassonetti dell’immondizia che, senza un intervento tempestivo, sarebbero stati svuotati dagli addetti alla pulizia: la cucciola, ribattezzata Chris, sarebbe potuta finire triturata sempre che non soffocasse prima nel borsone. “Era letteralmente ricoperta di zecche e pulci – ha commentato Geltrude Fucci, presidente di Lega Nazionale per la Difesa del Cane di San Giorgio del Sannio -. Probabilmente è stata proprio l’infestazione dei parassiti a determinare la sua sorte. Penso si tratti del cane di qualche cascina dove c’è del bestiame che le ha ‘passato’ i parassiti e che i suoi proprietari, invece di curarla, abbiano scelleratamente preferito disfarsene”. Subito sottoposta a un trattamento antiparassitario e alla profilassi per bloccare un’eventuale ehrlichiosi, Chris dagli esami è risultata un animale sano e ha subito dimostrato di possedere un carattere dolce e affettuoso leccando con gratitudine le mani dei volontari che l’hanno soccorsa. Ora ha tre o quattro mesi e da adulta diventerà presumibilmente di taglia medio – grande. Le verranno praticate le necessarie vaccinazioni e a breve potrà lasciare tranquillamente il rifugio Lndc se, come auspicano i volontari, verrà accolta in una casa.

Commenti

commenti