PIANO LUPI, ENPA: BASTA CROCIATE, GLI ITALIANI NON LE VOGLIONO

PIANO LUPI, ENPA: BASTA CROCIATE, GLI ITALIANI NON LE VOGLIONO

91
CONDIVIDI
lupo.jpg

Il ministro Galletti non dia seguito al prelievo del 5%

«Le dichiarazioni rese oggi dal Ministro Galletti, che ha aperto ad un prelievo sui lupi, la cui popolazione è stimata, non si è capito bene da chi, in duemila esemplari, non stanno né in cielo né in terra». Lo dichiara la presidente nazionale di Enpa, Carla Rocchi, che prosegue: «Come dimostrano recenti scellerate iniziative, si veda il caso Daniza, la stragrande maggioranza degli italiani, e noi insieme a loro, non siamo disposta a tollerare azioni di guerra contro gli animali. Il Ministro, che non ha mai risposto alle nostre richieste di incontro e che ha dimostrato ben altra attenzione per le proposte del mondo venatorio e di una parte di quello agricolo, dovrebbe occuparsi della sua materia invece di impegnarsi in inutili crociate persecutorie contro i selvatici. Crociate che nulla hanno a che vedere con la tutela dell’ambiente e che contrasteremo, non solo in sede europea per evidente violazione delle direttive UE, ma anche mobilitando l’opinione pubblica italiana che di uccisioni proprio non ne vuole sapere».

Commenti

commenti