ROMA, CHIUDE DOPO 18 ANNI L'UFFICIO DIRITTI ANIMALI

ROMA, CHIUDE DOPO 18 ANNI L'UFFICIO DIRITTI ANIMALI

79
CONDIVIDI

Fondato nel 1994 l’Ufficio DirittI Animali del Comune di Roma è stato un esempio per molti altri Comuni italiani. Ora la Giunta Alemanno ne sta decretando la morte.

All’Assessorato comunale all’ambiente garantiscono che si tratta soltanto di un provvedimento provvisorio propedeutico ad una riorganizzazione dell’ufficio. Lo stesso Assessore all’ambiente Marco Visconti, a seguito di molte chiamate effettuate dalle associazioni animaliste, si è affrettato a tentare di calmare le acque affermando che si tratterebbe soltanto di un passaggio della durata di quindici giorni.

Di fatto le notizie che giungono dal Campidoglio farebbero pensare ben altro, “infatti – denunciano le associazioni Enpa, LAV, Leidaa, Lega difesa del cane, Oipa – sembrerebbe che con una Delibera di Giunta la U.O.(Unità Organizzativa) Ufficio Benessere Animali cesserebbe di esistere per essere fagocitata dal ‘Verde pubblico e decoro urbano'”.

Gli animali, insomma, sarebbero considerati un problema tipo giardinetto o alla stregua delle scritte che imbrattano i muri della capitale, se non addirittura dei rifiuti, certamente molto lontano dalla considerazione che i romani hanno degli animali.

Le associazioni animaliste -che già negli anni avevano denunciato la mancanza di una politica comunale sugli animali, la retrocessione nominale dell’Ufficio da Diritti Animali a Benessere Animali, la candidatura di uno sperimentatore su animali a dirigente dell’Unità Organizzativa – sono pronte a scendere in piazza e annunciano manifestazioni in Assessorato e direttamente dal Sindaco Alemanno, oltre alla raccolta di migliaia di firme per fermare l’annullamento della tutela comunale degli animali, compito espressamente previsto da leggi nazionali e regionali.
In Comune assicurano che si tratta solo di una riorganizzazione e che “nessuna deminutio sarà apportata alle strutture deputate alla valorizzazione e alla tutela degli animali”.

Commenti

commenti