EMILIA-ROMAGNA, NO A CIRCHI E MOSTRE CON SPECIE ESOTICHE

EMILIA-ROMAGNA, NO A CIRCHI E MOSTRE CON SPECIE ESOTICHE

66
CONDIVIDI

No a circhi e .mostre itineranti con specie esotiche al s eguito. Lo dice il consiglio regionale dell’Emilia-Romagna, che ha approvato, con l’astensione di Pdl e Lega Nord, una risoluzione sulla materia presentata da Andrea Defranceschi e Giovanni Favia (Mov5stelle). Il testo esprime la totale indisponbilità della Regione all’attendamento sul proprio territorio di circhi e mostre viaggianti con esemplari di specie espressamente indicate: primati, delfini, lupi, orsi, grandi felini, foche, elefanti, rinoceronti, ippopotami, giraffe, rapaci diurni e notturni. La risoluzione, inoltre, impegna la Giunta regionale ad attivarsi perché tutte i Comuni provvedano a dotarsi di appositi regolamenti per disciplinare questa materia. Defranceschi e Favia ricordano in premessa che la legge regionale 5/2005, “Norme a tutela del benessere animale”, prevede l’adozione di apposite delibere di Giunta per la definizione dei requisiti tecnici di detenzione degli animali in base ai criteri dettati dalla Commissione Cites e che la Regione, con delibera 647/2007, ha recepito le linee guida della stessa Commissione.

Commenti

commenti