GLI ALLEVAMENTI DI MAIALI, VIAGGIO NELL'INFERNO A DUE PASSI DA CASA

GLI ALLEVAMENTI DI MAIALI, VIAGGIO NELL'INFERNO A DUE PASSI DA CASA

60
CONDIVIDI
macellomaial.png

Un video di “Nemesi animale” (immagini forti)

Si intitola, opportunamente, “Fabbriche di carne” ed è un video realizzato da “Nemesi animale” in 9 mesi passati a raccogliere informazioni e immagini video e fotografiche degli allevamenti di maiali in Italia. Sono immagini forti, che sconsigliamo alle persone più sensibili, ma che hanno il pregio di documentare una realtà molto diffusa. “Tra il 2011 e il 2012 – scrivono gli attivisti di “Nemesi animale” – siamo entrati in più di 50 allevamenti, di giorno e di notte. Lo abbiamo fatto senza aver avuto alcun invito o autorizzazione. Per testimoniare lo stato di cose quotidiano, non preparato ad arte per una qualche visita, e per mostrare che certe situazioni non sono eccezioni ma parte integrante di un sistema di produzione. Un viaggio in un inferno che ci ha portato a contatto diretto con le vittime di questo sistema di schiavitù e con i loro sguardi, che chiedono la libertà e si perdono nell’indifferenza”. Animali ammassati in gabbie o recinti strettissimi, segni di cannibalismo, carcasse lasciate a riempirsi di vermi, maialini incapaci di muoversi con le zampe incastrate nelle grate o schiacciati dalle madri: tutto questo ed altro ancora è all’ordine del giorno negli allevamenti intensivi.

Commenti

commenti