USA, TORNANO ONLINE I DATI SULLE ISPEZIONI NEI LABORATORI

USA, TORNANO ONLINE I DATI SULLE ISPEZIONI NEI LABORATORI

71
CONDIVIDI
macaco.jpg

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ci ripensa e torna a pubblicare sul suo sito web i risultati delle ispezioni compiute in alcuni laboratori dove si fanno test sugli animali. Solo due settimane fa la stessa istituzione aveva deciso, allegando motivi di privacy, di cancellare un vasto data base proprio sul benessere degli animali da laboratorio. Un fatto inaccettabile, per i paladini dei diritti degli animali, che hanno subito invitato due senatori democratici, Charles Schumer di New York e Bob Menendez del New Jersey a intervenire. Detto, fatto. I due hanno scritto una lettera di protesta al dipartimento federale e di lì la marcia indietro. La lettera che invitava il Dipartimento a ripensarci è partita venerdì scorso e i dati sono già online. Una piccola vittoria. “Sulla protezione degli animali tutti – dichiara Schumer – l’amministrazione Trump sbaglia perché non consente l’accesso alle informazioni che salvaguardano animali vulnerabili e mettono fuori gioco le fabbriche di cuccioli”.
I dati online sono tantissimi: il dipartimento compie, infatti, ispezioni su almeno 9 mila laboratori all’anno. Ma non basta. Mancano all’appello, dicono gli animalisti, i dati che riguardano i centri di allevamento per cani e cavalli e gli zoo.

Commenti

commenti