SETTIMANA MODA, IENE VEGANE PROTESTANO CONTRO LE PELLICCE

SETTIMANA MODA, IENE VEGANE PROTESTANO CONTRO LE PELLICCE

135
CONDIVIDI

“Le passerelle sono sporche di sangue. Sapete cosa dicono le direttrici dei giornali di moda quando ricevono le contestazioni? Dicono che ognuno è libero di scegliere. Ma gli animali non scelgono di morire sacrificati sulle passerelle”. Queste le parole, gridate a gran voce, delle Iene Vegane, davanti alla sfilata di Max Mara a Milano, nell’ambito della Fashion Week. Le Iene vegane sono un gruppo di attivisti animalisti che protestano contro l’utilizzo delle pelli di agnello e delle pellicce in genere nel mondo della moda. Alcune ragazze hanno manifestato mostrando abiti e mani sporche di rosso a richiamare il sangue degli animali.

E in difesa dei visoni si è espressa anche Rosita Celentano, figlia del cantante Adriano e conduttrice del programma radiofonico animalista Chiedimi se sono felice, in onda su Radio 24. L’appello dell’artista è contenuto in un video, diffuso da ‘Essere animali’, che mostra immagini inedite dei visoni rinchiusi negli allevamenti italiani. L’associazione ha infatti documentato, per la terza volta in pochi anni, la presenza di animali morti e feriti all’interno delle gabbie. Il filmato, pubblicato oggi mentre a Milano si celebra la Settimana della Moda, invita a firmare la petizione per chiedere al Governo di approvare in tempi brevi le Proposte di Legge che introdurrebbero, come gia’ avvenuto in diversi paesi europei, il divieto di allevare e macellare animali allo scopo di produrre pellicce. In Italia l’unica specie allevata e’ il visone americano. Ve ne sono 200 mila rinchiusi in circa 20 allevamenti, situati principalmente in Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna. “Aboliamo gli allevamenti di animali da pelliccia”, dice Rosita Celentano.

Commenti

commenti