EL SALVADOR, UCCISO A SPRANGATE L’IPPOPOTAMO GUSTAVITO

EL SALVADOR, UCCISO A SPRANGATE L’IPPOPOTAMO GUSTAVITO

1610
CONDIVIDI

Un ippopotamo del principale zoo di El Salvador è morto dopo essere stato brutalmente aggredito la scorsa settimana da individui non meglio identificati, un crimine che ha lasciato il Paese esterrefatto. Perfino il governo è intervenuto sulla triste vicenda parlando di “repulsione nazionale”. Gustavito, 15 anni, è stato preso a sprangate e accoltellato allo stomaco e al muso da individui entrati nel suo recinto mercoledì, probabilmente mentre dormiva, secondo il ministero della Cultura. A seguito delle gravi ferite riportate, Gustavito non è più riuscito ad alimentarsi ed è morto domenica notte dopo quattro giorni di atroci sofferenze. “Mi dolgo profondamente di quanto è accaduto”, ha dichiarato il ministro della Cultura, Silvia Regalado, esprimendo nel contempo gratitudine per gli sforzi profusi dai veterinari che hanno tentato il possibile per salvare la vita al malcapitato ippopotamo. Il direttore della Fondazione zoologica di El Salvador, Mauricio Velasquez, ha così reagito alla notizia: “trovo difficile credere che qualcuno sia capace di fare questo ad una animale indifeso”. Il ministro della Cultura ha sottolineato che questo orrendo crimine ha convinto definitivamente le autorità a smettere di acquistare grandi animali. “Il parco accelererà la trasformazione in un centro per la protezione e la preservazione della nostra fauna locale”, si legge in un comunicato. Intanto le autorità hanno annunciato il rafforzamento della sicurezza dello zoo che sarà sorvegliato da poliziotti e soldati.

(Foto Afp)

Commenti

commenti