ALBANIA, LE AUTORITÀ BLOCCANO LA VENDITA DI UN ORSO SU INTERNET

ALBANIA, LE AUTORITÀ BLOCCANO LA VENDITA DI UN ORSO SU INTERNET

574
CONDIVIDI
orsoamm.png

Le autorità dell’Albania hanno bloccato la vendita su internet di un orso di tre mesi d’età. La portavoce del Ministero dell’Ambiente Ana Kekezi ha annunciato lo scorso martedì che un pastore ha trovato un orso fra le rocce vicino al villaggio di Shen Meri, a 35 chilometri ad est dalla capitale del paese. Ha dichiarato che il pastore che lo ha messo in vendita è stato arrestato, multato e poi rilasciato. Sono circa 50 gli orsi in gabbia usati dai ristoranti e da latre strutture ricettive per attrarre i clienti, in un momento in cui la popolazione di orsi nel paese è in declino ed è stimata in appena 100-150 esemplari. Negli scorsi anni 16 orsi bruni sono stati portati in santuari del Kosovo, Germania, Grecia, Italia e Bulgaria. Ora il governo Albanese sta raccogliendo fondi per costruire un proprio santuario nei pressi della montagna di Dajti, vicino a Tirana. Inoltre il governo ha intenzione di approvare una legge che renderà un crimine grave prelevare un orso dal suo ambiente naturale.

Commenti

commenti