OIPA: "ANIMALI MALTRATTATI ALLA FIERA DI NONANTOLA"

OIPA: "ANIMALI MALTRATTATI ALLA FIERA DI NONANTOLA"

81
CONDIVIDI
coniglio.jpg

Con una lettera aperta al sindaco Borsari, Stefano Giovannini, delegato Oipa per Modena, ha denunciato le condizioni in cui gli animali erano tenuti durante la fiera di Nonantola. “Anche quest’anno si è ripetuto quello che negli anni passati è successo – scrive Giovannini – durante la fiera che recentemente si è svolta in paese. Come Guardie Zoofile ci siamo recati nella zona che avete dedicato alla mostra di animali per verificarne lo stato, visto le edizioni passate che ha prodotto su questi poveri animaletti sofferenza. Ebbenem anche quest’anno abbiamo riscontrato le stesse caratteristiche”.
Ecco il lungo elenco dei maltrattamenti preparato dall’Oipa per il primo cittadino: “Cavalli all’interno dei box senz’acqua, 4 grosse oche chiuse in una gabbia troppo piccola per loro, uccelli in gabbie anche queste troppo piccole e in alcuni casi affollati; piccole colombine che avevano le ciotole sia dell’acqua che quella del cibo rovesciata, come riscontrato poi anche in altre gabbiette. I coniglietti sono purtroppo una nota dolentissima perché tenuti al limite del maltrattamento: gabbiette piccolissime, molte di esse sovraffollate; due conigli grandi che neanche si potevano muovere quindi bloccati all’interno, mi passi il termine, della loro prigione; un coniglio che mostrava i propri attributi ma non perché in vista di una femmina, come ben sapete i maschi li tengono all’interno, ma perché in stato di sofferenza causa il caldo; conigli alla merce di tutti coloro che li volevano toccare. Senza contare che gli animali erano in minuscole gabbie con fondo reticolato e quindi potenzialmente rischioso per le loro zampette”.

Commenti

commenti