FORLÌ, 50 MUCCHE ABBANDONATE FRA I PROPRI ESCREMENTI

FORLÌ, 50 MUCCHE ABBANDONATE FRA I PROPRI ESCREMENTI

1020
CONDIVIDI

Una mandria di 50 mucche lasciate morire di fame in mezzo ai loro escrementi, in quella che di fatto era una vera e propria stalla lager. Come riporta Cesena Today la denuncia, che arriva dai Verdi di Forlì, arriva da Bagno di Romagna, in località Crocesanta. Gli animali vivono in condizioni drammatiche. Alcuni di loro sono morti e numerosi altri sono al limite delle forze. Sarebbe urgentissimo e indilazionabile un intervento della massima autorità sanitaria locale, cioè il sindaco Marco Baccini. Come si legge su una petizione della onlus Ingaia, cui ha aderito anche Enpa, “un’intera mandria di mucche romagnole sta morendo di fame all’interno di un’azienda agricola della provincia di Forlì-Cesena. 16 mucche sono già morte e le 55 restanti sono magrissime e corrono il serio rischio di morire. L’AUSL Romagna (azienda unità sanitaria locale), che sta affrontando questa emergenza, ha chiesto l’intervento della nostra associazione per impedire che le mucche continuino a morire e si propone di affidarcele per far si che siano protette per sempre”. Gli animali sono sottoposti a sequestro giudiziario e la petizione si pone l’obiettivo di raccogliere 100mila euro che bastano a stento al sostentamento di questi 55 bovini per un anno.

(Foto da pagina petizione)

Commenti

commenti