DONORATICO (LI), CANE INVESTITO E LASCIATO NELLA BAULIERA DEI PROPRIETARI

DONORATICO (LI), CANE INVESTITO E LASCIATO NELLA BAULIERA DEI PROPRIETARI

1137
CONDIVIDI
canecuccioloauto.jpg

È stata una macabra scoperta quella effettuata in via delle Rose a Donoratico. Come riporta Il Tirreno un cane è stato, con tutta probabilità, investito e il suo corpo sistemato nella bauliera dei proprietari. Trattasi di una pastore maremmana di circa tre anni, di nome Elga: i suoi proprietari, una coppia del posto, ha preferito non sporgere denuncia.

L’episodio è accaduto mercoledì ma nessuno, purtroppo, pare aver visto o sentito niente. «Donoratico è quel paese in cui ti ammazzano il cane davanti casa e invece di prendersi la responsabilità dell’accaduto e affrontare la situazione te lo depositano nel portabagagli della macchina! – ha scritto su Facebook uno dei familiari della coppia – E’ quindi evidente che chi l’ha fatto sapeva di chi fosse il cane… una vicenda che evidenzia indifferenza e mancanza di dignità… Per il resto spero che ha chi l’ha investito non gli si sia graffiata la macchina, lo so, un cane scappato di casa è incontrollabile! L’incidente è avvenuto in via Fermi-via delle Rose che è una strada chiusa. Chiunque abbia visto qualcosa può venire a chiarire, in modo da portare un pò di umanità, e magari il responsabile trovasse e il coraggio di affrontare la realtà, sarebbe un segnale di civiltà notevole!». E il gesto appare ancora più incomprensibile se si considera che Elga era un cane buono e non aveva mai dato fastidio a nessuno. «Le concedevo – ha raccontato la proprietaria – la piccola libertà di uscire di casa senza guinzaglio per andare dalla vicina, due numeri civici più lontano dalla nostra abitazione, la salutava e poi tornava. Ormai era diventata una consuetudine. Sul corpo di Elga comunque i segni dell’investimento sono inequivocabili. Resto, lo ammetto, molto turbata dall’atto di aver messo il cane nella bauliera. Chiunque l’abbia fatto sapeva a chi apparteneva è poco ma sicuro». Tra l’altro – riporta sempre Il Tirreno – negli ultimi anni a Donoratico, soprattutto in estate, si sono verificati diversi episodi di uccisioni dei cani, uccisi bocconi e polpette avvelenate. Tanto che si era sparsa anche la voce che durante la bella stagione un “killer di cani” si aggirasse per il comune e scegliesse le sue vittime.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti