INCENDI, ASSOCIAZIONI: SOSPENDERE LA CACCIA NEI LUOGHI COLPITI

INCENDI, ASSOCIAZIONI: SOSPENDERE LA CACCIA NEI LUOGHI COLPITI

134
CONDIVIDI

Caccia sospesa in Campania dopo la crisi legata alla siccita’ e agli incendi. Visto il dilagare degli roghi in Campania, il Wwf insieme alle maggiori associazioni ambientaliste, tra cui Lipu, Enpa, Legambiente e Lav ha inoltrato una richiesta specifica al presidente della Regione Campania affinche’ si sospenda l’annata venatoria, per limitare i danni al patrimonio naturale gia’ fortemente compromesso dal disastro ambientale che si sta compiendo nella regione. “Le popolazioni di animali e le specie vegetali sono ininterrottamente sottoposte a un periodo di stress termico e/o alimentare di alta gravita’ – scrivono nella lettera – gli habitat di molte specie anche rare, anche in conseguenza della grande quantita’ di incendi sviluppatisi senza sosta, sono state interessate da fenomeni di spopolamento e fuoriuscita di esemplari verso siti meno protetti; tutte le aree boschive interessate da incendi e dalla prolungata siccita’ erano abitate da migliaia di esemplari di avifauna e di mammiferi in riproduzione e/o con i propri piccoli; le zone di sostentamento di molte specie sono repentinamente mutate in maniera sostanziale”. Lo stop alla caccia, “in attesa di verificare l’entita’ reale dei danni al patrimonio naturalistico della regione, con sospensione delle attivita’ connesse (addestramento cani, preapertura, gare cinofile)”, per tutelare ambienti naturali e siti protetti.

Commenti

commenti