ORDINANZA ANTI-ORSO, PROVINCIA TRENTO: FATTA PER LA SICUREZZA DELLE PERSONE

ORDINANZA ANTI-ORSO, PROVINCIA TRENTO: FATTA PER LA SICUREZZA DELLE PERSONE

79
CONDIVIDI
orsoalpi.png

In relazione ad “alcune prese di posizione e commenti” relativi alla gestione dell’emergenza successiva all’evento di Terlago, il governatore della Provincia autonoma di Trento ribadisce in una nota che le ordinanze vengono emesse per assicurare la sicurezza delle persone. “Questo l’obiettivo che deve essere garantito e pertanto a questi fini non è rilevante che nell’ambito del contatto avvenuto nei giorni scorsi a Terlago possa essersi eventualmente verificata una reazione istintiva della persona coinvolta”, si legge nella nota. L’Ente nazionale protezione animali (Enpa) aveva affermato ieri in una nota, che rimandava ad un intervista radio di un esponente del servizio foresta e fauna della stessa provincia per la ricostruzione dell’evento, che “sarebbe stato il pensionato ad aggredire per primo l’animale e non viceversa”, “ha attaccato l’orso a colpi di bastone perché terrorizzato dalla comparsa improvvisa del plantigrado”.

Commenti

commenti