ALLA RICERCA DEL PET SITTER PERFETTO

ALLA RICERCA DEL PET SITTER PERFETTO

124
CONDIVIDI

E’ tempo di vacanze: per chi non lo ha già fatto è tempo di trovare qualcuno che si occupi dei nostri amici quando noi siamo fuori casa, che sia per un periodo prolungato o per un semplice week-end. Per chi non può affidarsi a vicini di fiducia, nonni o amici, la scelta cade sul pet sitter, una figura professionale sempre più presente tra chi vive con cani o gatti ma anche criceti, pesci e altri animali da compagnia.

Parliamo di una persona a cui affidare quanto abbiamo di più caro abbiamo e che quindi deve avere la nostra totale fiducia, tanto più che il pet sitter avrà anche libero accesso a casa nostra quando non ci siamo.  Per questo la cosa più importante da valutare sono le referenze. Il passa parola in questo caso funziona perché affidarsi ad uno sconosciuto è rischioso: meglio che chi curerà il nostro Fido abbia già dato prova di bravura e onestà presso nostri conoscenti.

Il pet sitter rientra tra quei lavori occasionali ma sempre più spesso si possono trovare veri professionisti che si distinguono da piccoli ma importanti particolari. Ci vogliono conoscenze di base per valutare la salute e il comportamento dei nostri amici quando non ci siamo. Un pet sitter quindi dovrebbe a sua volta vivere con un cane o un gatto così da sapere come comportarsi in ogni situazione, trattandolo come faremmo noi, senza diseducarlo per non fare troppa fatica. Essenziale sarà la reperibilità quando noi non ci saremo e magari la disponibilità a mandarci foto o video dei nostri cani e gatti. Un pet sitter che si rispetti avrà sempre a disposizione un sostituto in caso di emergenze e magari avrà anche un’assicurazione personale per coprire eventuali danni. Insomma la buona volontà e l’amore per gli animali non bastano per fare il pet sitter: una verifica in più, una domanda in più al momento della scelta ci faranno dormire sonni più tranquilli quando saremo lontani.

Commenti

commenti