ANCONA, COLPITA DAL PALLINO DI UN CACCIATORE NEL GIARDINO DI CASA SUA

ANCONA, COLPITA DAL PALLINO DI UN CACCIATORE NEL GIARDINO DI CASA SUA

566
CONDIVIDI
caccia3.png

Per evitare i pericoli della stagione di caccia, evidentemente, non basta evitare di girare per boschi: anche stare a casa propria può essere un rischio. Ne sa qualcosa una trentenne di Ancona che, mentre si riposava nel giardino di casa propria, è stata colpita alla schiena da un pallino di una doppietta. Come racconta il Corriere Adriatico l’episodio è acceduto lo scorso sabato pomeriggio in zona Montacuto, nella porzione di campagna dietro il cimitero di Tavernelle. La malcapitata era da poco rientrata da lavoro e si stava godendo il sole nel giardino della sua abitazione quando ha sentito un acuto dolore alla schiena. Poco dopo è sopraggiunta una rosa di pallini che, per fortuna, non ha colpito altre persone, in particolare i molti bambini residenti in quel complesso. Allarmata la ragazza si è affacciata alla rete per capire di cosa si trattasse ed ha subito scorto un cacciatore di mezza età, con segugio al seguito e una preda già colpita in mano. «Gli ho gridato di fare attenzione, perché il colpo aveva raggiunto una casa abitata anche da bambini – ha raccontato sempre al Corriere Adriatico – e lui si è giustificato dicendo che non aveva mirato verso la nostra direzione. Sta di fatto che un pallino mi ha raggiunto alla schiena e altri sono caduti nel giardino. Non è successo niente di grave, ma comunque non dovrebbero accadere episodi di questo tipo». Dopo la strigliata della ragazza, il cacciatore si è subito allontanato in tutta fretta.

Commenti

commenti