UE, CIRCHI: 305 INCIDENTI IN 22 ANNI CON 608 ANIMALI COINVOLTI

UE, CIRCHI: 305 INCIDENTI IN 22 ANNI CON 608 ANIMALI COINVOLTI

162
CONDIVIDI

Un report pubblicato oggi da Eurogroup for Animals presenta nuovi dati sullo scioccante numero di incidenti che hanno coinvolto animali e spettatori: nel corso degli ultimi 22 anni, nei paesi dell’Unione europea, 305 incidenti hanno coinvolto 608 animali selvatici. Un numero impressionante se consideriamo il numero fondamentalmente esiguo di circhi e di animali coinvolti. Oltre agli animali non è raro che gli incidenti coinvolgano anche gli uomini, causandone ferite o addirittura la morte. La natura temporanea delle strutture, del resto, impedisce una totale messa in sicurezza. Sebbene 19 paesi europei abbiano adottato restrizioni all’uso di animali solo 11 Stati membri hanno optato per un bando totale. Oltre a condiserazioni sul benessere degli animali e sulla sicurezza del pubblico l’uso di animali nei circhi ha un impatto negativo sulla percezione degli animali selvatici, come ha dimostrato la psicologa Annamaria Manzoni in una petizione sottoscritta da 100 psicologi italiani: “Partecipare a questo tipo di spettacoli – ha detto Manzoni – può ostacolare il naturale sviluppo dell’empatia nei bambini, sollecitando sentimenti di gioia e divertimento nel vedere animali che si comportano in maniera innaturale e che provano disagio”.
Per queste ragioni Eurogroup for Animals chiede che gli organismi comunitari intervengano con un bando completo sui circhi con animali in tutta l’Ue.

Commenti

commenti