ORISTANO, INFILZATO DA ARPIONE DI UN BRACCONIERE. SALVO PER MIRACOLO

ORISTANO, INFILZATO DA ARPIONE DI UN BRACCONIERE. SALVO PER MIRACOLO

118
CONDIVIDI

Ha superato la notte, Freccia, e ora sta visibilmente meglio ma la prognosi non è stata sciolta. Il cane da caccia è arrivato alla clinica veterinaria Duemari di Oristano dopo che il suo corpo è stato trapassato da un arpione subacqueo modificato e sparato dalla carabina di un bracconiere. L’asta d’acciaio gli ha perforato il fegato, l’esofago e il polmone sinistro che è collassato. “Non abbiamo parole, malvagità pura”, è il commento dei veterinari che hanno preso in cura l’animale, ribattezzato Freccia. Ai 365mila follower della pagina Facebook della clinica arrivano, attraverso il social network, i continui aggiornamenti sulla sorte del quattrozampe e i messaggi di rabbia e solidarietà sono migliaia

Commenti

commenti