SIENA, IL FANTINO TRECCIOLINO A PROCESSO CON ALTRE TRE PERSONE

SIENA, IL FANTINO TRECCIOLINO A PROCESSO CON ALTRE TRE PERSONE

432
CONDIVIDI

Prima udienza venerdì 23 novembre in Tribunale a Siena per Trecciolino, alias Luigi Bruschelli, storico fantino del Palio. Insieme a lui andranno a processo il figlio Enrico Bruschelli, il fantino Sebastiano Murtas e il veterinario Mauro Benedetti. Tutti e quattro, per decisione del gup Roberta Malavasi, dovranno rispondere di maltrattamenti di animali, falso ideologico e violazione di sigilli. Le indagini, avviate nell’estate 2015, parlano di uno scambio di cavalli, ovvero tre purosangue sarebbero stati spacciati per mezzosangue alo scopo di aggirare quanto previsto dal protocollo equino per la partecipazione al Palio di Siena. Nessuno degli animalioggetto dell’inchiesta ha mai corso il Palio. La giunta municipale ha deliberato la costituzione del Comune di Siena come parte civile nel procedimento penale “per conseguire il risarcimento di tutti i danni subiti e subendi, patrimoniali e non patrimoniali patiti dal Comune di Siena”. Il Comune di Siena ha conferito all’avvocato Fabio Pisillo l’incarico per l’assistenza tecnica, la rappresentanza, la difesa legale dell’Ente quale parte civile nel procedimento penale.

Commenti

commenti