BERGAMO, CAGNOLINA SEPOLTA VIVA, ATS PARTE CIVILE AL PROCESSO

BERGAMO, CAGNOLINA SEPOLTA VIVA, ATS PARTE CIVILE AL PROCESSO

961
CONDIVIDI
canileginosa.jpg

Ats Bergamo interverra’ come parte civile nel procedimento giudiziario avviato contro due pensionati di Zanica, di 77 e 83 anni, denunciati per maltrattamento di animali per aver preso a bastonate un setter di 11 anni, Siria, malata di tumore e poi sepolta viva. Un passante era stato attirato dai suoi guaiti e l’aveva salvata: dopo alcuni giorni e nonostante il prodigarsi dei medici, la cagnetta era morta. “E’ nostro dovere impegnarci per sensibilizzare la cittadinanza rispetto al ruolo attivo che gli animali hanno nella nostra societa’. Ats Bergamo e’ in campo da sempre per tutelare i loro diritti favorendo una corretta convivenza tra uomini e animali domestici, tutelando gli animali di affezione”, dichiara Mara Azzi, direttore generale Ats Bergamo. A costituirsi parte civile e’ anche l’Enpa, Ente nazionale protezione animali, che con Ats Bergamo porta avanti da tempo attivita’ di formazione e informazione.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti