MARCHE, LEGGE REGIONALE PER FAVORIRE LE ADOZIONI

MARCHE, LEGGE REGIONALE PER FAVORIRE LE ADOZIONI

91
CONDIVIDI

Il consiglio regionale delle Marche ha approvato con 16 voti a favore e due contrari (il consigliere Gianluca Busilacchi del Gruppo misto-Mdp e Sandro Bisonni del Gruppo misto) una modifica alla legge 10 del 1997 in materia di Animali d’affezione e prevenzione del randagismo. Viene in particolare adottato un protocollo regionale per favorire e facilitare l’adozione dei cani detenuti nei canili, promuovendone la sottoscrizione da parte dei gestori. Viene inoltre istituito il registro regionale degli allevatori amatoriali. Gli interventi normativi sono stati illustrati dai relatori Federico Tale’ (Pd), per la maggioranza, e Elena Leonardi (Fdi) per la minoranza. “Abbiamo recepito quanto previsto dall’accordo Stato-Regioni – ha affermato Tale’ – precisando che sono allevamenti a scopo commerciale esclusivamente quelli che producono almeno 30 cuccioli l’anno”. “Ci siamo soffermati sulla proposta di legge per diverse sedute – ha evidenziato Leonardi – per giungere a una legge a tutela e vantaggio degli Animali”. Intervenendo nel dibattito, Busilacchi ha ricordato: “abbiamo ricevuto una lettera di 35 associazioni di settore, che hanno formulato degli emendamenti significativi accolti dal consigliere Maggi. Votero’ la legge se verranno accolti gli emendamenti”. Gianni Maggi del M5s, dal canto suo, ha rilevato che “il parere delle 35 associazioni animaliste e ambientaliste, le quali temono fenomeni di abusivismo e chiedono la tracciabilita’ degli allevamenti amatoriali, “non e’ stato preso in considerazione”. Sono intervenuti anche i consiglieri Piero Celani di Fi, Sandro Bisonni, Enzo Giancarli del Pd, Luca Marconi dell’Udc, Romina Pergolesi di M5s.

Commenti

commenti