USA, REGOLE ANTI-EMISSIONI HANNO SALVATO OLTRE UN MILIONE DI VITE

USA, REGOLE ANTI-EMISSIONI HANNO SALVATO OLTRE UN MILIONE DI VITE

56
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Il particolato è responsabile ogni anno di migliaia di morti premature negli Stati Uniti. Un vero e proprio dramma cui l’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA) ha cercato di mettere una pezza con una legislazione più rigida. La legge sull’aria pulita del 1970 dell’EPA con le ulteriori modifiche introdotte nel 1990 ha infatti regolato le emissioni di inquinanti atmosferici e promosso la ricerca di alternative più pulite. Nel 2011 l’EPA ha annunciato che la legislazione era responsabile di una considerevole diminuzione del particolato nell’atmosfera, stimando in oltre 100.000 le vite salvate ogni anno, dal 2000 al 2010. In tutto oltre un milione di vite. Una nuova ricerca del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (CEE) del MIT (Massachussets Institute of Technology, l’università scientifica più prestigiosa d’America) propone che la legislazione dell’EPA possa aver salvato ancora più vite di quanto inizialmente riportato. “Il rapporto EPA ha mostrato un ampio calo del particolato, ma siamo rimasti sorpresi nel vedere un minimo cambiamento nella concentrazione di aerosol organico nelle loro stime”, spiega David Ridley, ricercatore del CEE. “Le osservazioni suggeriscono che la diminuzione di aerosol organico è stata sei volte superiore a quella stimata tra il 2000 e il 2010 nel rapporto EPA”. La riduzione di questa sostanza nociva avrebbe consentito di ridurre ulteriormente il numero di morti.

Commenti

commenti