SUDAFRICA, SEI RINOCERONTI NERI TRASFERITI IN CIAD

SUDAFRICA, SEI RINOCERONTI NERI TRASFERITI IN CIAD

34
CONDIVIDI
rinocerontenero.jpg

Sei rinoceronti neri, quattro femmine e due maschi, hanno lasciato oggi la loro riserva in Sudafrica per raggiungere il Ciad, nell’ambito di un ambizioso programma di ripopolamento di pachidermi nel paese dell’Africa centrale, da dove sono scomparsi quasi 50 anni fa a causa della caccia. Gli animali sono stati trasferiti questa mattina dal Parco nazionale Addo, nel Sud-Ovest, a Port Elizabeth, da dove voleranno in Ciad; al termine di un volo di circa 5.000 chilometri, i pachidermi saranno portati nel Parco nazionale di Zakouma, nella savana del Sud-Est del Ciad, dove si punta a ricreare un habitat per i rinoceronti neri. L’ultimo esemplare di questa specie risale al 1972. “Oggi stiamo partecipando a un evento storico e guardiamo a un futuro più luminoso per questa specie che ha vissuto su questo pianeta per milioni di anni”, ha detto Peter Fearnhead, direttore dell’organizzazione internazionale African Parks.

Nel 2010, Ciad e Sudafrica hanno firmato un accordo di cooperazione per proteggere la biodiversità e assicurare la sopravvivenza a lungo termine delle specie animali minacciate a Zakouma. Ogni anno milioni di rinoceronti vengono uccisi in Africa per le loro corna, molto ricercate in Cina e Vietnam. Sono 5.000 i rinoceronti neri ancora presenti nel continente africano, di cui quasi 1.900 in Sudafrica. Il paese conta anche circa 20.000 rinoceronti bianchi, ovvero l’80% della popolazione mondiale. Prima del Ciad, rinoceronti neri sono già stati trasferiti in Botswana, Tanzania, Zambia, Malawi e Ruanda.

Commenti

commenti