ROMA, GALLINA S’AGGIRA NEL TRAFFICO. SALVATA DA ENPA

ROMA, GALLINA S’AGGIRA NEL TRAFFICO. SALVATA DA ENPA

56
CONDIVIDI

Un pennuto che s’aggira tra le vie di un quartiere attiguo al centro della Capitale non desta curiosità, a meno che non si tratti di una gallina. E oggi è successo proprio questo. La gallina, “battezzata” Alice, ora si trova al sicuro negli uffici di Via Attilio Regolo, dove viene curata e accudita dagli operatori dell’Ente Nazionale Protezione Animali, in attesa di trovare una sistemazione definitiva. Insomma, è stata fortunata. Molto fortunata perché non capita tutti i giorni che una giovane gallina riesca a cavarsela nel traffico caotico e convulso del quartiere Prati. L’hanno avvistata, Alice, questa mattina, mentre, ignara del pericolo, razzolava con grande disinvoltura tra via Otranto e viale Giulio Cesare. Cosa ci facesse nel cuore di Roma e come fosse finita lì, in un posto ben poco adatto a un animale della sua specie, è tuttora un mistero. Non è un mistero, invece, che la piccola Alice non avrebbe potuto continuare a girovagare per il quartiere Prati senza finire, prima o poi, in pericolo. Sotto le ruote di una macchina o in pentola. Ma il caso ha voluto che la gallina venisse notata da un animalista e che si trovasse in un luogo vicino alla sede Enpa (in via Attilio Regolo), permettendo un recupero a tempo di record. E così, ricevuta la segnalazione, due operatrici dell’associazione, Lucia e Paola, si sono precipitate in Via Otranto per mettere in salvo Alice. Un’operazione tutt’altro che semplice, perché l’animale, sorvegliato a vista da alcuni ragazzi e forse indispettito da tutte quelle “attenzioni” non richieste, aveva deciso di rintanarsi nel vano motore di un’automobile. In quello che, evidentemente, doveva sembrargli un rifugio sicuro, al riparo da sguardi indiscreti. Naturalmente, Alice non poteva immaginare la situazione di pericolo nella quale si era cacciata. Serviva, a quel punto, un’azione decisa e risoluta. Una ragazza si è sdraiata a terra, di fianco, al veicolo, dal lato del conducente, riuscendo ad infilare mano e avambraccio nel vano motore. Un altro ragazzo si è disteso sul lato opposto, quello del passeggero, cercando anch’egli di raggiungere la gallina con la mano. Alla fine, dopo alcuni tentativi andati a vuoto – l’animale, terrorizzato, cercava di sottrarsi alla presa anche in un luogo così angusto – l’azione combinata dei due giovani ha avuto successo: il ragazzo ha afferrato Alice con la mano e l’ha estratta delicatamente dall’automobile. Spaventata, ma comunque in buone condizioni di salute. E con la certezza di essere affidata ad una persona con cui vivrà una vita serena, al riparo dal traffico e senza il pericolo di finire in un piatto.

(Foto Enpa)

Commenti

commenti