ABRUZZO, CONTROLLI NAS IN ALLEVAMENTI. EMERSE IRREGOLARITÀ

ABRUZZO, CONTROLLI NAS IN ALLEVAMENTI. EMERSE IRREGOLARITÀ

137
CONDIVIDI

Controlli dei Carabinieri del Nas di Pescara in cinque allevamenti ovicaprini della provincia di L’Aquila e in uno di quella di Teramo. Nei controlli sono emerse numerose irregolarita’. In particolare, riguardano la gestione delle aziende, tra cui la non corretta identificazione del bestiame: 240 capi erano privi di marchi auricolari. Rilevata, inoltre, l’assenza del registro di stalla e del registro dei trattamenti. In alcuni allevamenti i militari hanno accertato che gli animali erano ricoverati in locali pieni di ragnatele e mosche o in recinti costituiti da reti metalliche pericolose per l’incolumita’ degli esemplari, tali da non garantire il benessere animale. I Carabinieri del Nas di Pescara, inoltre, hanno rinvenuto, in una buca all’interno di una delle aziende controllate, resti ossei e biologici di animali, a dimostrazione che lo smaltimento delle carcasse dei capi deceduti, in alcuni casi, avveniva mediante interramento nell’area aziendale. Le competenti autorita’ sanitarie hanno disposto il vincolo sanitario degli ovini e caprini non identificati con conseguente divieto di movimentazione in entrata e uscita, in attesa dell’identificazione anagrafica e verifica della corrispondenza nella Banca Dati Nazionale, nonche’ la rimozione degli ostacoli e delle condizioni che possano causare lesione agli animali e l’esecuzione di attivita’ straordinaria di pulizia e ripristino delle strutture. Nell’allevamento del Teramano i Carabinieri hanno accertato la presenza di 15 tonnellate di mangimi semplici (orzo e mais), destinati all’alimentazione degli animali per la produzione di carne biologica, depositati in locali privi dei requisiti igienico-sanitari. I mangimi, infatti, erano conservati a contatto col suolo, esposti ad agenti inquinanti e infestanti. Anche in questo caso l’autorita’ sanitaria ha disposto il vincolo sanitario sui mangimi – del valore di circa 150mila euro – prescrivendone la sistemazione in locali idonei nel rispetto delle condizioni di igiene e sicurezza sanitaria. Il piano di controlli avviati dal Nas di Pescara negli allevamenti rientra nell’ambito del monitoraggio nazionale disposto dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute sulle produzioni biologiche – zootecniche e sul benessere degli animali da reddito.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti