FRANCIA, MACRON PROGETTA LEGGE IN FAVORE DEI CACCIATORI

FRANCIA, MACRON PROGETTA LEGGE IN FAVORE DEI CACCIATORI

170
CONDIVIDI

Emmanuel Macron va avanti a passo di carica con le sue riforme per – sostiene lui – “modernizzare la Francia”. Ed ora, secondo un’anticipazione di Le Figaro, tocca alle regole della caccia, che verranno cambiate. Il quotidiano sostiene che con questa riforma Macron fa gli “occhi dolci” non solo all’esercito di cacciatori, ma a tutto il “mondo rurale” in vista delle elezioni europee del 2019. Assumendosi il rischio di irritare gli ecologisti. Per portare avanti la riforma delle “doppiette”, Macron si e’ affidato a Sebastien Lecornu, il sottosegretario alla Transizione ecologica e solidale, specialista di dossier impossibili, come quello della chiusura della centrale nucleare di Fessenheim. Stavolta provera’ a non scontentare addirittura tre platee diverse e concorrenti: cacciatori, ecologisti e agricoltori. La riforma dovrebbe prevedere una modifica delle regole di accesso alla licenza, che attualmente e’ su base dipartimentale (basso costo ma raggio d’azione limitato, vicino alla propria residenza). Con la nascita della figura del cacciatore “urbano”, giovani cittadini che trascorrono lunghi periodi in campagna, cacciano meno spesso ma sono mobili su tutto il territorio, il permesso dovrebbe diventare “nazionale” a costi accessibili. Sul piano delle specie protette, invece di vietare la caccia di certi animali per periodi a volte di diversi anni, le restrizioni saranno riviste e corrette anno per anno.

Commenti

commenti