FORLI’, MALTRATTAMENTI IN ALLEVAMENTO SUINI: TRE DENUNCE

FORLI’, MALTRATTAMENTI IN ALLEVAMENTO SUINI: TRE DENUNCE

349
CONDIVIDI
maiali walmart.jpg

Maiali sottoposti a castrazione senza anestesia, assenza di acqua a disposizione degli animali, stipati tra l’altro in box troppo piccoli. Sono alcune delle violazioni scoperte in un allevamento suinicolo del Forlivese dai Carabinieri Forestali, che hanno denunciato tre persone per maltrattamento di animali, elevando sanzioni per circa 16.000 euro. Alcune decine di maiali sono stati sottoposti a sequestro penale al termine dei controlli, svolti dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Santa Sofia con il Servizio Veterinario Ausl della Romagna. Gli allevamenti finiti nei guai sono due e, a quanto si apprende, non si trovano a Santa Sofia ma nella vallata del Bidente. In uno sono state rilevate solo violazioni di carattere amministrativo (irregolarita’ nella tenuta dei registri di allevamento, vasche per la raccolta dei reflui sprovviste dei requisiti di legge). Nell’altro e’ emersa una situazione piu’ grave: alcuni maschi adulti presentavano ferite riconducibili, secondo gli accertamenti, a una castrazione chirurgica eseguita senza trattamento anestetico, con notevoli sofferenze per gli animali. Inoltre e’ emerso che mancava l’acqua che dovrebbe essere continuamente a disposizione dei suini e una densita’ eccessiva di animali in alcuni box, con animali feriti insieme ad animali sani. Il veterinario responsabile del benessere degli animali dell’allevamento (un medico residente in un’altra regione) e due suoi collaboratori sono stati denunciati per maltrattamento di animali. Nell’ambito dei controlli, pianificati dal Comando Carabinieri Forestali dell’Emilia-Romagna, sono stati ispezionati anche altri allevamenti e studi veterinari.

Commenti

commenti