RANDAGISMO IN SICILIA, ON. BRAMBILLA: “FINALMENTE DDL INNOVATIVO”

RANDAGISMO IN SICILIA, ON. BRAMBILLA: “FINALMENTE DDL INNOVATIVO”

234
CONDIVIDI

“Finalmente, dopo anni di indifferenza e di inerzia, con le tragiche conseguenze che ben conosciamo, la Sicilia può contare su un disegno di legge efficace e innovativo per la prevenzione del randagismo. Ed è merito soprattutto di Forza Italia e del presidente dell’assemblea regionale siciliana Gianfranco Micciché, che ha deciso di affrontare il problema alla radice”. Lo afferma l’on. Michela Vittoria Brambilla, Fi, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli animali e dell’Ambiente e dell’Intergruppo parlamentare per i diritti degli animali commentando la presentazione del nuovo ddl.

“Infatti – osserva l’ex ministro – il provvedimento responsabilizza i proprietari di cani, che saranno obbligati a fornire un campione del Dna degli animali oppure, in alternativa, a sterilizzarli. Se il disegno di legge, come mi auguro, sarà presto approvato, e la legge correttamente applicata, porterà col tempo al superamento non solo dell’emergenza ma del problema stesso del randagismo. Le nuove norme sono assistite da sanzioni adeguate, fino a 60 mila euro per i proprietari che non rispettano le prescrizioni”.

“Per la prima volta da decenni si vede uno spiraglio di luce in fondo al tunnel. Speriamo che casi come l’orribile strage di Sciacca, che nel febbraio scorso è costata la vita a decine di cani avvelenati, o la fossa comune di cani scoperta nei giorni scorsi sull’isola Lunga a Marsala, diventino solo un brutto ricordo e che l’immagina della Sicilia, terra di straordinarie bellezze, non sia più macchiata da episodi del genere”.

Commenti

commenti