SARDEGNA, USA LEVRIERI PER CACCIARE LEPRI. DENUNCIATO

SARDEGNA, USA LEVRIERI PER CACCIARE LEPRI. DENUNCIATO

102
CONDIVIDI
levriero2.jpg

Per cacciare lepri impiegava levrieri addestrati, pratica crudele per le profonde lacerazioni provocate sulla selvaggina. Un bracconiere di Sanluri (Sud Sardegna), 55 anni, e’ stato denunciato dal personale del Corpo forestale regionale: rischia una pena fino a 6 mesi di carcere e un ammenda fino a tre mila euro. L’uomo e’ stato sorpreso in localita’ Acqua Sassa, durante un pattugliamento nelle campagne di Sanluri, mentre cacciava coi levrieri. Gli sono stati sequestrati due esemplari di lepre sarda – specie che non puo’ essere cacciata – appena uccisa dal morso dei cani, come poi confermato dai veterinari della assl. Il bracconiere era gia’ stato denunciato quattro anni fa per reati analoghi: era stato sorpreso, assieme ad altre persone, durante una battuta di caccia al cinghiale con levrieri e doghi argentini nell’Oasi di protezione faunistica della Giara. Gli e’ stato contestato anche il reato di uccisione di animali, per la crudelta’ con cui e’ stata uccisa la selvaggina.

Commenti

commenti