ROMA, BRACCONIERI UCCIDONO CAVALLO NEL SUO RECINTO

ROMA, BRACCONIERI UCCIDONO CAVALLO NEL SUO RECINTO

910
CONDIVIDI

Un uccisione folle senza motivazione quella del cavallo Summer, avvenuta nelle campagne di Moricone (Roma). A raccontare l’accaduto a Il Messaggero Chiara Zautzik la proprietaria di Summer, uno splendido stallone di quattro anni e mezzo che vive con loro da tre anni Con lui era abituata a fare lunghe passeggiate, fino allo scorso giovedi sera.

“Erano circa le nove di sera – ricorda Chiara a Il Messaggero – e come sempre stavo andando a dare la buonanotte a Summer. Dal box a casa mia, precisa, sono solo pochi metri e mi ero stupita che non si fosse affacciato per aspettarmi, come faceva sempre. Così, entro. Summer era lì, tremante, con la testa che quasi toccava il terreno. Sulle prime, preoccupatissima, ho pensato ad una colica o ad un qualche malore. Poi, quando mi sono avvicinata, ho visto due grandi chiazze di sangue! Una sul fianco, l’altra sulla coscia. Scioccata, ho chiamato aiuto. Gli avevano sparato!”.

La veterinaria e i carabinieri arrivano subito sul posto, senza rintracciare purtroppo i bracconieri che, scambiandolo per un cinghiale, gli avevano sparato. Trasportato in clinica di urgenza, Summer è purtroppo morto sabato sera.

“Summer era parte della famiglia e la sua morte assurda e crudele mi ha devastato. Bracconieri che tutte le notti, pattugliano il nostro territorio anche vicino alle abitazioni, sono un grave pericolo per gli animali e le persone che, quel territorio, lo vivono. Non si può più andare avanti così. Si rischia la vita. La triste storia del mio Summer, sta, purtroppo a dimostrarlo” ha concluso Chiara.

(Foto da Facebook)

Commenti

commenti