MONTESILVANO (PE), FALCHI PER ALLONTANARE I PICCIONI

MONTESILVANO (PE), FALCHI PER ALLONTANARE I PICCIONI

44
CONDIVIDI

A Montesilvano colle arrivano i falchi: questa mattina, la Hawk Service Bird Control di Sulmona ha portato quattro splendidi esemplari di falchi tra le vie del centro storico di Montesilvano. La loro presenza consentira’ di allontanare i piccioni, rispettando al tempo stesso le disposizioni dell’Unione Europea che ha inserito questi volatili tra le specie protette. “Quello dei piccioni a Montesilvano colle – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Valter Cozzi – e’ purtroppo un problema particolarmente invasivo. Come molto spesso accade, i piccioni scelgono centri storici, chiese o monumenti antichi quale loro habitat naturale. Questi volatili infatti individuano per la nidificazione soprattutto edifici con cornicioni, balconi, terrazze, o muri ricchi di nicchie e bucature. Il guano, oltre a rappresentare un problema igienico-sanitario, danneggia anche il decoro di queste aree. Per preservare un luogo di interesse storico culturale come Montesilvano colle e per rispondere alle esigenze dei residenti infastiditi da questa problematica, abbiamo cercato iniziative efficienti ma che ci consentissero di rispettare queste specie protette”. “Abbiamo individuato questa ditta – aggiunge – che ci ha prospettato il ‘Bird Control’, una soluzione ecosostenibile e non cruenta al problema, ormai ampiamente sperimentata e utilizzata in aeroporti e altre citta’ italiane. In sostanza i due falconieri, Alessandra Giampaolo e Gabriele Simonelli, seguiti da 4 dei loro maestosi falchi, hanno perlustrato le vie del borgo. Attraverso una specie di simulazione di caccia, che risulta molto realistica per la colonia da allontanare, i piccioni, posti sotto stress dalla presenza dei rapaci predatori, percepiscono il luogo dove fino a quel momento si sono stanziati come inospitale, scegliendo cosi’ di allontanarsi. I passaggi con i falchi sono stati preceduti da una fase di chiusura di tutti i varchi e i nascondigli nei quali i piccioni si sarebbero potuti rintanare”.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti