BRINDISI, “ABBAIA TROPPO”: GIAKO DATO ALLE FIAMME

BRINDISI, “ABBAIA TROPPO”: GIAKO DATO ALLE FIAMME

166
CONDIVIDI

Legato e dato alle fiamme solo perché abbaiava troppo. E’ la terribile sorte toccata a Giako, un Siberian husky di 7 anni è vivo per miracolo. Come riporta Repubblica.it il terribile fatto è avvenuto nella notte tra l’1 e il 2 novembre in un’abitazione di San Pietro Vernotico nella provincia di Brindisi. L’animale vive con una donna anziana allettata al piano terra, mentre il cane si trovava in una casa al piano superiore.

Come riporta sempre Repubblica il criminale si è introdotto in casa  con uno straccio impregnato di benzina avvolto su un bastone e ha dato fuoco all’animale. Non solo: l’uomo lo ha legato e ha messo un armadietto contro la porta di ingresso così che non potesse scappare. Poco prima delle 3 di notte un vicino di casa ha sentito un boato e poi un forte odore di bruciato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. “Una scena terribile – racconta Pietro De Rocco, veterinario di San Pietro Vernotico – il povero animale era stato anche legato, ci sono delle zone completamente carbonizzate, con bruciature al volto e al tartufo. Fortunatamente non è in pericolo di vita, ma ci vorrà molto tempo per farlo riprendere”.

Nella zona della casa di Giako ci sono diverse telecamere, i carabinieri di San Pietro Vernotico stanno acquisendo i filmati per identificare i responsabili di tale atrocità.

(Foto da Facebook)

 

Commenti

commenti