INDIA, UCCISA UNA TIGRE NELLA RISERVA DELL’UTTAR PRADESH

INDIA, UCCISA UNA TIGRE NELLA RISERVA DELL’UTTAR PRADESH

228
CONDIVIDI
tigri_bracconieri01_bf1a821f.jpg

Una altra tigre, sospettata di aver sbranato almeno un uomo, è stata uccisa dagli abitanti di un villaggio situato in prossimità di un parco naturale del Nord dell’India due giorni dopo l’abbattimento della tigre mangiauomini nello Stato di Marahashtra. La tigre è stata abbattuta ieri sera in una riserva protetta dell’Uttar Pradesh (Nord). Gli abitanti sospettavano che l’animale, 10 anni, avesse attaccato un uomo, morto in seguito per le gravi ferite riportata. “La tigre è stata uccisa da dei locali”, ha dichiarato all’Afp Mahavir Kaujangli, vice direttore della riserva di Dudhwa. “Sul corpo sarà praticata una autopsia”, ha aggiunto. Gli attacchi delle tigri diventano sempre più frequenti nella zona nella misura in cui gli insediamenti umani impattano sull’habitat naturale di questa specie minacciata riducendo il suo territorio di caccia. Sabato scorso, dopo una grande caccia, i ranger indiani erano riusciti a uccidere una femmina di tigre “mangia-uomini” denominata T-1, che avrebbe sbranato 13 persone. Per almeno due anni T-1 era riuscita a eludere la cattura da parte dei ranger dello Stato occidentale del Maharashtra. A sostegno del grande felino, gli ambientalisti avevano fatto ricorso alla Corte suprema, che però aveva dato loro torto.

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti