JEAN PAUL GAULTIER RINUNCIA ALLE PELLICCE. ESULTANO GLI ANIMALISTI

JEAN PAUL GAULTIER RINUNCIA ALLE PELLICCE. ESULTANO GLI ANIMALISTI

270
CONDIVIDI

Gli animalisti hanno accolto con favore l’annuncio dello stilista Jean Paul Gaultier che ha deciso di bandire le pellicce dalle sue collezioni. L’enfant terrible dalla couture francese ha annunciato la sua decisione in un’intervista tv descrivendo i metodi di uccisione degli animali come “assolutamente deplorevoli”. “Una pelliccia vera è molto più sensuale di una finta, ma si possono trovare altri modi per stare caldi”, ha aggiunto. Il gruppo animalista PETA ha accolto la notizia definendola “un segno dei tempi”. “La maggioranza delle persone non vuole avere niente a che fare con oggetti che derivano da animali che sono stati catturati, picchiati o folgorati a morte”, ha dichiarato il direttore di PETA Mimi Bekhechi. Anche Armani e Versace, prima di Gaultier hanno deciso di rinunciare alla pelliccia. Della schiera anche Ralph Lauren, Vivienne Westwood e Stella McCartney che hanno optato per pellicce finte. Il principale gruppo animalista francese, SPA, ha dichiarato di sperare che “l’esempio di Jean Paul Gaultier venga seguito presto da altri stilisti e case di moda”.

Commenti

commenti