SCARICHI IN BRIANZA, MOVIMENTO ANIMALISTA SCRIVE AL SINDACO DI RENATE

SCARICHI IN BRIANZA, MOVIMENTO ANIMALISTA SCRIVE AL SINDACO DI RENATE

282
CONDIVIDI
inquinamento.png

Quali provvedimenti l’amministrazione comunale intende attuare per prevenire ulteriori gesti criminali che mettano a repentaglio non solamente l’ambiente, ma anche la salute dei cittadini e la sopravvivenza della fauna selvatica: lo chiedono Barbara Zizza e Chiara Nogarotto, rispettivamente responsabile e viceresponsabile del Movimento animalista sezione Monza e Brianza, con una lettera al sindaco di Renate, Matteo Rigamonti, dopo il versamento di una sostanza oleosa e inquinante nella zona dei Cariggi tra Veduggio e Renate.

La lettera, inviata con il preoccupato sostegno della responsabile regionale Manuela Gigante, contiene anche una richiesta di incontro.

“Auspichiamo – scrivono Zizza e Nogarotto – che chi si è macchiato di un gesto simile venga assicurato quanto prima alla giustizia, perché i gravi atti di inquinamento ambientale non possono e non devono passare impuniti. Il patrimonio ambientale – ricordano – è di tutti e le Amministrazioni locali hanno l’obbligo di tutelarlo al meglio e con ogni mezzo possibile. In Brianza ormai è emergenza e questi atti criminali non possono essere più tollerati”.

Il Movimento Animalista ringrazia i tecnici e gli operatori che sono ancora al lavoro per rimuovere le sostanze oleose e chimiche  riversate sul territorio e nel Rio Fassarone verosimilmente tra mercoledì e giovedì scorsi.

“Attendendo un riscontro da parte dell’Amministrazione e del Sindaco di Renate – conclude la lettera – la sezione Monza e Brianza insieme con il coordinamento Regionale vigilerà attentamente sui provvedimenti che saranno presi per punire e contrastare questi gravissimi gesti criminali”.

(Foto dio repertorio)

Commenti

commenti