CLIMA, ONU: IL MONDO SI ALLONTANA DAGLI OBIETTIVI SUL RISCALDAMENTO

CLIMA, ONU: IL MONDO SI ALLONTANA DAGLI OBIETTIVI SUL RISCALDAMENTO

18
CONDIVIDI
inquinamento.jpg

Il mondo si sta allontanando dal proposito di rallentare il riscaldamento globale: la forchetta tra le emissioni di gas serra e gli obiettivi di riduzione fissati dal trattato di Parigi continua ad ampliarsi. Lo ha fatto sapere l’Onu, diffondendo un nuovo rapporto. Per mantenere l’aumento delle temperature al di sotto dei 2 gradi stabiliti, gli Stati dovrebbero triplicare da ora al 2030 il loro impegno rispetto alle promesse fatte nel 2015 alla conferenza sul Clima di Parigi, secondo l’Emissions Gap Report diffuso dal Programma ambientale delle Nazioni unite (Unep). Il dossier è stato diffuso a pochi giorni dall’inizio della Cop24, la conferenza mondiale che si aprirà il 3 dicembre a Katowice, in Polonia.

“E’ la notizia più allarmante: lo scarto è più grande che mai”, ha affermato Philip Drost, coordinatore del rapporto dell’Unep. Nel 2017 le emissioni dei gas a effetto serra sono di nuovo aumentate, dopo tre anni di relativa stabilità. Nel 2018 la tendenza dovrebbe essere confermata, con un atteso aumento di emissioni del settore dell’energia (3/4 del totale), ha previsto l’Agenzia internazionale dell’energia. Lo scenario è più fosco rispetto all’anno scorso anche perché le recenti ricerche mostrano che non si potrà contare su un vasto e rapido dispiegamento di tecnologie di assorbimento della Co2.

Le emissioni nel 2017 hanno raggiunto un livello storico toccando 53,5 gigatonnellate di Co2-eq, cioè 0,7 in più rispetto all’anno precedente, secondo l’Unep. Per rispettare i 2 gradi massimi di aumento delle temperature, dovrebbero esserne emesse al massimo 40 al 2030, per rispettare gli 1,5 gradi ne dovrebbero essere prodotte al massimo 24. Ma se le nazioni continueranno a produrre Co2 ai ritmi attuali, senza aumentare, ne produrranno invece 95. Per gli autori, 49 Paesi hanno superato il loro “picco” di emissioni, ma non rappresentano che il 36% dei gas serra mondiali.

Commenti

commenti