MALTEMPO IN VENETO, ZANONI: ZAIA SOSPENDA L’INTERA STAGIONE DI CACCIA

MALTEMPO IN VENETO, ZANONI: ZAIA SOSPENDA L’INTERA STAGIONE DI CACCIA

23
CONDIVIDI
caccia.png

“L’Ispra mi da’ ragione: nelle zone devastate dal maltempo andava sospesa la caccia per l’intera stagione, visto che si e’ trattato di un sostanziale stravolgimento degli ecosistemi locali”. Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Andrea Zanoni, che nelle scorse settimane aveva scritto all’Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale (Ispra) chiedendo un parere su quanto fatto dalla Regione e sulle misure da adottare in futuro dopo la catastrofe che ha colpito parte del Veneto tra fine ottobre e inizio novembre. “Nella lettera arrivata oggi 29 novembre – aggiunge – l’Ispra sottolinea come gli effetti di questo evento straordinario si protrarranno per anni e con impatto significativo anche sulla fauna selvatica. Non solo mortalita’ diretta causata dal crollo degli alberi, ben 100.000 ettari di foresta, ma anche distruzione dei siti di riparo e riproduzione, la riduzione della disponibilita’ trofica legata agli ambienti danneggiati, lo spostamento di animali dagli areali normalmente utilizzati ad altre aree, con rischio di aumento della mortalita’”. Zanoni spiega ancora che l’Ispra, considerata l’eccezionalita’ della situazione ambientale e faunistica, propone “un necessario principio di cautela; andrebbe considerata la chiusura del prelievo venatorio per tutta la stagione sulle specie ornitiche e su tutta la piccola selvaggina nelle zone interessate dai danneggiamenti forestali, inclusa una fascia territoriale contigua di un chilometro”. “Adesso Zaia – conclude – non ha piu’ scuse. C’e’ un parere autorevole a favore della chiusura della caccia che ho consegnato in copia questa mattina

Commenti

commenti